Uno studio mette in luce il sistema di movimenti del corpo con il quale le api "dialogano"

di

Una ricerca mette in luce come, tramite movimenti frenetici del corpo, le api riescano a “dialogare” con le loro compagne ed indicare, in questo modo, le zone dove il polline è migliore e abbondante.

Le api sono piccoli insetti estremamente importanti negli equilibri degli ecosistemi. Purtroppo, però, l’inquinamento e l’antropizzazione delle zone naturali e la perdita del loro habitat sta facendo diminuire il numero di questi importantissimi insetti. Questi insetti sono determinanti per permettere a molte specie vegetali di riprodursi perché, posandosi di fiore in fiore, questi insetti si ricoprono di polline, permettendo così alle piante di riprodursi. E proprio perché questi animali hanno tale ruolo che molti studi sono volti a comprendere e capire sempre di più ed in maniera più approfondita il comportamento di questi insetti.

Una nuova ricerca dell’Università del Minnesota, pubblicata su PLOS ONE, ci spiega come, probabilmente, le api utilizzino una serie di movimenti del corpo per indicare alle compagne dove andare a procacciarsi il cibo migliore e più abbondante. Osservando una colonia di api sono stati registrati circa 1528 diversi movimenti. Essi possono essere visti come una sorta di ballo frenetico ed ogni movimento potrebbe avere un particolare significato. Quando, infatti, un’ape deve indicare alle compagne la posizione di una zona dove il cibo è migliore o più abbondante, essa inizia a fare una danza particolare che ripete in continuazione. Usando come riferimento il sole, posiziona il corpo con un’angolatura particolare. L’angolo risulta essere quello indicato dal sole e dal corpo dell’ape ed indica la direzione in cui si trova il cibo. A questo punto l’insetto inizia a scuotere velocemente la parte posteriore del corpo in quella che sembra una danza frenetica. Più il cibo è buono ed abbondante, più volte la danza si ripeterà nel tempo.

Altra piccola curiosità riguarda il polline che si trova attaccato alle gambe delle api. Questo polline è ben visibile alle api della colonia e, in questo modo, esse possono far vedere alle loro compagne che sono riuscite a trovare polline proveniente da una determinata specie vegetale che, magari, è particolarmente appetibile per quella colonia. Insomma, questi studi ci svelano tante piccole curiosità che rendono il mondo di questi insetti affascinante da studiare ed indispensabile per i nostri ecosistemi e, proprio per questi motivi, è fondamentale preservarlo e mantenerlo in buona salute.

Quanto è interessante?
3