Uno studio a lungo termine ci racconta degli effetti sociali del consumo di cannabis

Uno studio a lungo termine ci racconta degli effetti sociali del consumo di cannabis
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Mentre i composti della cannabis si sono rivelati un vero toccasana per la medicina, come ad esempio il cannabidiolo - un valido alleato contro i batteri super resistenti - gli effetti sulla salute mentale e fisica della cannabis in sé non sono ancora molto chiari. Un nuovo studio, però, cerca di dare una risposta.

Lo studio ha esaminato le persone che hanno iniziato a consumare regolarmente cannabis al liceo o nei primi vent'anni. "Rispetto ai non consumatori, i consumatori regolari di cannabis erano più propensi a consumare alcol, fumare tabacco e usare altre droghe illecite", ha dichiarato il dottor Gary Chan del National Center for Youth Substance Use Research di UQ.

Questi risultati erano più comuni tra coloro che hanno iniziato a usare regolarmente la cannabis nell'adolescenza. I soggetti, inoltre, "erano anche a maggior rischio di depressione e meno probabilità di avere un lavoro retribuito". Il progetto di ricerca ha seguito 1792 studenti delle scuole superiori australiane di 15 anni nel 1992, indagando sui modelli di consumo di cannabis nell'arco di 20 anni.

Coloro che hanno iniziato con il consumo regolare di cannabis da giovani adulti rappresentavano la percentuale più alta del consumo di droghe illecite e di tabacco nella popolazione, insieme a una percentuale molto più alta del consumo di alcolici, riferisce lo studio. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Drug and Alcohol Review.

Ovviamente uno studio che deve essere ancora esaminato nel dettaglio e che, comunque, considera un campione di persone relativamente piccolo.

Quanto è interessante?
2