Con questo studio, siamo vicini alla mappatura completa di ogni singola cellula del corpo

Con questo studio, siamo vicini alla mappatura completa di ogni singola cellula del corpo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In un enorme sforzo di collaborazione, i ricercatori hanno compilato l'atlante di cellule umane sane più completo mai realizzato, mappando le posizioni di oltre un milione di cellule in 33 diversi organi.

Questa incredibile impresa costituisce un riferimento completo per aiutarci a comprendere meglio la salute umana, le malattie, i trattamenti e i vaccini, con l'obiettivo di mappare ogni tipo di cellula nel corpo umano come parte dell'Atlante internazionale delle cellule umane.

"Puoi pensarlo come una mappa di Google del corpo umano", ha detto la genetista cellulare del Wellcome Sanger Institute Sarah Teichmann durante una conferenza stampa. "È davvero quella vista delle mappe stradali delle singole cellule e di dove si trovano nei tessuti a cui miriamo".

Quattro studi, che hanno coinvolto oltre 2.300 ricercatori in 83 paesi, hanno sfruttato tecnologie di laboratorio migliorate per mappare, confrontare e scavare più a fondo nell'elemento fondamentale della vita: la cellula. Nuovi algoritmi sono stati fondamentali nell'aiutarli a far emergere importanti schemi molecolari nel disordinato rumore biologico.

"Le persone spesso pensano al genoma come al progetto dell'organismo, ma non è proprio corretto. Il genoma è più un elenco di parti, perché ogni tipo di cellula utilizza un diverso insieme di parti", ha spiegato il bioingegnere di Stanford Steve Quake durante la conferenza stampa.

"Quello che siamo stati in grado di fare collettivamente qui è aiutare a capire e interpretare come le diverse parti del genoma vengono utilizzate per definire diversi tipi cellulari e creare definizioni molecolari per tutti i tipi che abbiamo studiato collettivamente in questi documenti".

Gli enormi set di dati, compilati grazie alla generosità dei donatori di tessuti, ci consentiranno di tracciare connessioni tra queste cellule per una prospettiva più completa e di tutto il corpo, dei nostri processi biologici e delle interruzioni che portano alle malattie.

“Possiamo avere varianti genetiche nel nostro DNA che sono condivise da tutte le cellule del corpo, eppure la malattia stessa si manifesterà solo in determinati tessuti, in determinati organi, e ciò accadrà in base ai geni che le cellule effettivamente uso", osserva il biologo computazionale del MIT Aviv Regev.

Rimanendo in tema, sapevi che è stato scoperto un nuovo tipo di cellule mai visto prima nei polmoni?

Quanto è interessante?
1