È stato un successo! Riuscito il contatto tra OSIRIS-REx e l'asteroide Bennu

È stato un successo! Riuscito il contatto tra OSIRIS-REx e l'asteroide Bennu
di

Nella fascia degli asteroidi, 334 milioni di km dalla terra, il piccolo veicolo OSIRIS-REx ha toccato la superficie dell'asteroide Bennu per raccogliere dei campioni di roccia e polvere. La sonda ha impiegato circa 10 secondi per compiere la missione e adesso è in viaggio verso la Terra. L'arrivo è previsto per il 2023.

Gli scienziati e gli ingegneri della missione devono ancora confermare ufficialmente che i campioni sono stati raccolti, ma tutti i dati preliminari suggeriscono che è andato tutto come programmato. ieri vi raccontavamo perché questa missione è così importante.

"Questo è trascendentale. Non posso credere che ce l'abbiamo fatto," ha affermato Dante Lauretta, capo della ricerca, durante il livestream dalla Mission support room. "Il veicolo ha fatto tutto quello che ci aspettavamo. Anche se abbiamo del lavoro per determinare il risultato dell'evento, questo è un grande traguardo per tutto il team. Attendo con ansia di analizzare i dati e determinare la massa dei campioni raccolti."

Dato che Bennu è così lontano dal nostro pianeta, c'è un ritardo di 18,5 minuti tra l'invio del segnale e il suo arrivo sulla Terra. L'intera sequenza di contatto e raccolta era completamente automatizzato, con un software di navigazione che ha guidato OSIRIS-REx sulla superficie, ha permesso di ottenere i campioni e infine l'ha indirizzato verso il nostro pianeta.

L'intero evento è durato circa un ora e mezza, da quando la sonda è uscita dall'orbita fino alla raccolta dei campioni. "È stata un'ora e mezza di ansia," ha detto Beth Buck, operation manager della missione. Per preparavi alla missione, avevamo condiviso questo tour dell'asteroide.

Il contatto è avvenuto su un cratere nell'emisfero nord di Bennu, in un sito, grande come un piccolo parcheggio, chiamato Nightingale.

I dati in tempo reale indicano che il braccio della sonda, Touch-and-Go Sample Acquisition Mechanism (TAGSAM), ha toccato la superficie e successivamente ha emesso azoto. Il gas ha creato una nuvola di polvere e rocce che sono state raccolte dalla sonda. I ricercatori volevano raccogliere almeno 60 grammi di regolite, OSIRIS-REx può raccogliere al massimo 2 kg di materiale.

Per avere un indicazione della quantità di campioni raccolti, gli scienziati possono comparare le immagini di Nightingale prima e dopo il passggio della sonda. "La prima indicazione del successo della missione ci arrivera il 21 ottobre, quando ci arriverà il video del viaggio di ritorno dal veicolo spaziale," spiega Michael Moreau, project manager. "Se il braccio ha creato un tumulto sufficiente sulla superficie, probabilmente avremmo raccolto una grande quantità di materia."

La sonda inizierà il viaggio di ritorno da Bennu a Marzo 2021, la prossima volta che l'asteroide sarà allienato con la Terra per risparmiare più carburante possibile.

Quanto è interessante?
3