I super computer della NASA si uniscono nella lotta contro il coronavirus

I super computer della NASA si uniscono nella lotta contro il coronavirus
di

La recente pandemia da COVID-19 ha influenzato anche le missioni spaziali, come quella dell'ESA che deciso di rinviare il suo sbarco su Marte di due anni. Recentemente, la NASA ha deciso di schierare sul "campo di battaglia" i potentissimi supercomputer a disposizione dell'agenzia per cercare potenziali candidati per il trattamento e il vaccino.

"Sono orgoglioso che la NASA stia prestando la nostra esperienza di supercalcolo per aiutare nella lotta globale contro COVID-19", ha dichiarato l'amministratore della NASA Jim Bridenstine su Twitter. "Per più di sei decenni l'agenzia ha utilizzato la sua esperienza per affrontare sfide che hanno portato benefici a persone in tutto il mondo in modi inaspettati".

Una delle divisioni della NASA che sta utilizzando i super computer per combattere il virus è l'Earth science division, che utilizza la potenza di calcolo di questi incredibili strumenti per eseguire modelli climatici per prevedere il clima futuro della Terra. "La NASA è lieta di prestare la nostra esperienza di supercalcolo per assistere nella lotta globale contro il COVID19", afferma Thomas Zurbuchen, capo della divisione scientifica in questione.

I ricercatori che lavorano su progetti relativi a COVID-19 saranno in grado di richiedere aiuto ai supercomputer, secondo una dichiarazione della Casa Bianca, cosa che dovrebbe accelerare i calcoli necessari per rallentare la pandemia. "L'America si sta unendo per combattere il COVID-19, e questo significa liberare la piena capacità dei nostri supercomputer di livello mondiale per far avanzare rapidamente la ricerca scientifica per trattamenti e un vaccino", afferma Michael Kratsios, Chief Technology Officer degli Stati Uniti.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
1