Super rigenerazione mai vista nei rettili in milioni di anni: migliorerà la salute umana?

Super rigenerazione mai vista nei rettili in milioni di anni: migliorerà la salute umana?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La rigenerazione della coda delle lucertole avviene in seguito all’autotomia della stessa per fuggire dai pericoli. È possibile grazie all'azione delle cellule staminali dei rettili, che li rendono capaci di rigenerarsi. Il processo forma strutture non ottimali, ma un team di ricerca ha scoperto come indurre una super rigenerazione mai vista prima.

Questo è uno dei pochi casi in cui la rigenerazione di un'appendice è stata significativamente migliorata attraverso la terapia a base di cellule staminali in qualsiasi rettile, uccello o mammifero, e suggerisce l’utilizzo per migliorare la guarigione delle ferite negli esseri umani", ha affermato Thomas Lozito, autore dello studio.

Le nuove code risultanti non sono solo appendici cartilaginee poco funzionali, ma presentano tessuto scheletrico e nervoso, con andamento dorso ventrale. Secondo uno studio passato anche altri animali possiedono doti affini, come i pesci zebra che rigenerano i propri occhi.

"Le lucertole esistono da più di 250 milioni di anni, e in tutto questo tempo nessuna lucertola ha mai fatto ricrescere una coda con un motivo dorsoventrale, fino ad ora" informa Lozito e continuando "Il mio laboratorio ha creato le prime code di lucertola rigenerate con scheletri modellati".

Per ottenere questo incredibile risultato, il team di ricerca ha comparato i fenomeni di rigenerazione in età adulta con quelli in fase embrionale, scoprendo che, in ambedue i meccanismi, pur presentando distinzioni, la chiave di volta sono le cosiddette cellule staminali neurali.

Per quanto riguarda i processi nella fase adulta, le cellule staminali neurali generano un segnale molecolare atto a bloccare la formazione nervo-scheletrica, inducendo solo quella cartilaginea. Ma, anche senza l’espressione di questo segnale, gli adulti non sono in grado di generare un nuovo tessuto nervoso sulla porzione superiore.

Nel processo embrionale, invece, le cellule staminali neurali producono il segnale “bloccante” solo nella porzione ventrale, corrispondente ad una produzione cartilaginea sulla porzione inferiore della coda. In assenza del segnale di blocco è stato verificato che lo sviluppo neuro-scheletrico avviene su entrambi i lati della coda, acquisendo una struttura più complessa, di origine dorsoventrale. Impiantando le cellule staminali neurali embrionali negli adulti, però, la crescita è limitata alla sola porzione ventrale.

Per ovviare al problema, i ricercatori hanno modificato geneticamente le cellule staminali neurali embrionali per evitare che producessero il segnale ventralizzante. In seguito le cellule modificate sono state impiantate su porzioni amputate della coda degli adulti. In tal modo si è assistito alla rigenerazione di code perfettamente formate e funzionali.

"Questo studio ci ha fornito una pratica essenziale su come migliorare il potenziale rigenerativo di un organismo" e continuando "Perfezionare la coda della lucertola rigenerata imperfetta ci fornisce un modello per migliorare la guarigione delle ferite che non si rigenerano naturalmente, come gli arti umani e il midollo spinale recisi” conclude Lozito, auspicando che la ricerca possa condurre a scoperte per il trattamento delle ferite umane.

E sapevate che anche gli alligatori rigenerano la coda tagliata come le lucertole?

FONTE: Phys
Quanto è interessante?
3