Supportavano i gilet gialli in Francia, dipendenti Amazon licenziati

Supportavano i gilet gialli in Francia, dipendenti Amazon licenziati
di

E' destinata a far a lungo discutere la notizia pubblicata da Le Parisien e riguardante alcuni licenziamenti portati avanti da Amazon in Francia. Secondo quanto riferito dal popolare quotidiano, il gigante di Seattle avrebbe licenziato diversi dipendenti per aver supportato il movimento dei gilet gialli sui social network.

Nell'articolo si parla di "dozzine di notifiche" inviate dalla compagnia. "Queste persone sono state licenziate perchè non hanno rispettato i loro obblighi contrattuali", ha confermato un portavoce di Amazon al Parisien. Il sindacato CGT ha già promesso battaglia e nelle prossime settimane il caso potrebbe diventare molto più grande.

Le Parisien ha ottenuto degli estratti di alcune lettere di licenziamento, per "motivi gravi" indirizzate ai dipendenti di Amazon, i quali avrebbero tenuto "comportamenti in totale opposizione ai valori aziendali" e dichiarazioni che costituiscono una "grave violazione del dovere di lealtà".

Il giornale cita l'esempio di un impiegato che avrebbe preso un appuntamento con i colleghi sul posto di lavoro per organizzare un blocco nei pressi di un magazzino vicino a Lesquin.

Non è la prima volta che i gilet gialli ed Amazon finiscono a braccetto sulle prime pagine dei giornali. Il giornale lo scorso mese di Gennaio aveva evocato il caso di un dipendente di Amazon Montelimar, che era stato licenziato in quanto su Facebook si era complimentato con coloro che avevano bloccato uno stabilimento del negozio online.

FONTE: FranceTV
Quanto è interessante?
7