Svelato il mistero di una barra d'oro Azteca risalente a 500 anni fa

Svelato il mistero di una barra d'oro Azteca risalente a 500 anni fa
di

E’ stata finalmente scoperta la possibile origine di un lingotto d’oro appartenente al tesoro degli Aztechi sottratto dagli Spagnoli circa 500 anni fa.

Il lingotto d’oro venne trovato all'interno di un parco di Città del Messico nel 1981. Il famoso parco, chiamato Alameda, vedeva, a quei tempi, dei lavori per la costruzione di un edificio e, durante gli scavi per la realizzazione dello stabile, il lingotto d’oro fece la sua comparsa. Per circa 39 anni il prezioso oggetto mantenne il segreto sulle sue origini ma, oggi, grazie alle nuove tecnologie e alle immagini ai raggi X, gli scienziati appartenenti all'INAH (Nationa Institute of Anthropolgy and History del Messico) hanno finalmente dato una storia alla barra d’oro.

Secondo quanto osservato dagli esperti, questo lingotto sarebbe appartenuto al popolo Azteco ma fu trafugato dagli spagnoli e perso durante la loro precipitosa fuga dalla capitale Azteca di Tenochtitlán, avvenuta il primo di luglio dell’anno 1520. L’evento storico prende il nome di Noche Triste (o Notte Triste) e vede protagonista un drappello di soldati Spagnoli, capitanati dal famoso Hernán Cortés, che fuggi dalla città Azteca in rivolta con tutti i tesori che riuscì a trafugare ai suoi abitanti. E proprio durante questa fuga che gli Spagnoli devono aver perso il lingotto protagonista della nostra storia che, dimenticato, è riuscito a giungere fino a noi.

Ad avvalorare la tesi che questo lingotto provenga proprio dal tesoro trafugato dagli Spagnoli durante la Noche Triste arrivano anche le prove date dalla composizione dell’oro. Secondo gli scienziati dell’INAH, infatti, la composizione con cui è fatto il lingotto d’oro trovato nel parco corrisponde a quella di altri oggetti Aztechi appartenenti allo stesso periodo storico.

FONTE: Phys Org
Quanto è interessante?
6