Svelato il mistero dello strano ronzio sotterraneo registrato nel 2018

Svelato il mistero dello strano ronzio sotterraneo registrato nel 2018
di

Svelata finalmente l’origine del misterioso “suono” che varie stazioni sismiche, situate in moltissime parti del pianeta, hanno registrato nel 2018.

La storia di questo suono misterioso, definito come “ronzio”, ha inizio nel mese di maggio 2018. In quello stesso periodo le stazioni sismiche, sparse in tutto il mondo, sono state protagoniste nel registrare una serie di eventi sismici, terremoti, molto particolari che avevano la loro origine al largo delle coste africane. Il più potente di questi terremoti aveva una magnitudine di 5,9. Circa sei mesi dopo, a Novembre, sono iniziati i misteriosi “ronzii”. Questi suoni sconosciuti avevano una durata di circa 20 minuti e sono stati registrati nelle stazioni situate in Africa, in America del Sud e del Nord, nella Nuova Zelanda e alle Hawaii.

Dopo aver ascoltato i misteriosi ronzii, gli scienziati si sono subito messi al lavoro per cercare di capire l’origine di questi rumori provenienti dal sottosuolo e, alla fine, sono riusciti a svelare il mistero. A quanto pare, il colpevole di questo strano e misterioso ronzio era un vulcano sottomarino. Esso si è formato nel 2018 proprio al largo delle coste africane e, in particolare, nella zona compresa tra il Madagascar e l’Africa. Il vulcano, ci dicono gli scienziati, è veramente enorme. Ha, infatti, un’altezza di circa 800 metri e la sua base si estende per circa 4-5 chilometri. In particolare, i ronzii che gli scienziati hanno registrato provenivano dal magma che, all'interno del vulcano stesso, risaliva verso la superficie seguendo un canale posto in diagonale.

Il magma si trovava all'interno di una camera situata a 35 chilometri sotto il fondo del mare. Nonostante l’eruzione di questo vulcano abbia riversato 3,4 chilometri cubici di magma, chi viveva vicino alla zona vulcanica non ha avvertito nulla proprio perché l’evento si è svolto molto in profondità. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature Geoscience e il team di scienziati che ha redatto la ricerca proveniva dal centro di ricerca GFZ per le geoscienze, in Germania.

Quanto è interessante?
11