Tag Heuer ha progettato uno smartwatch modulare per polsi piccoli

di
Il mercato degli smartwatch è in continua evoluzione, e gli ultimi dati rilasciati dalle principali società di ricerca hanno mostrato che anche l'adozione da parte degli utenti è aumentata.

Tuttavia, spesso le compagnie lanciano sul mercato orologi con quadranti troppo grandi, che non si adattano bene ai polsi più piccoli. Tag Heuer, a tal proposito, ha deciso di venire incontro a coloro che non hanno polsi molto grandi, attraverso il lancio del nuovo Connected Modular 41, una nuova variante del Connected Modular 45, che ha un diametro appunto di 41 millimetri.

La compagnia ha collaborato con Intel e Google per creare uno smartwatch innovativo e migliore, che include uno schermo più luminoso con risoluzione di 390x390 pixel e densità per pollice di 326 pixel. Anche la memoria interna è abbastanza elevata: 8 gigabyte a cui si aggiunge 1 gigabyte di RAM.

Proprio come l'Apple Watch, il Connected Modular 41 permetterà agli utenti di sostituire i cinturini, che saranno compatibili anche con il Calibre 5.

Il nuovo smartwatch è resistente all'acqua fino a 50 metri di profondità, e dispone delle connettività GPS ed NFC (che consente di utilizzare Android Pay per i pagamenti). A livello di compatibilità, può essere abbinato a tutti gli smartphone che utilizzano Android 4.4 ed iOS 9, e successivi.

Il prezzo, ovviamente, non è certo accessibile, ma non rappresenta una novità dato che siamo di fronte ad un marchio di fascia alta: 1.200 Dollari.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
3