Tagli per Netflix: licenziati 150 dipendenti, pesa la trimestrale negativa

Tagli per Netflix: licenziati 150 dipendenti, pesa la trimestrale negativa
di

Il primo calo di abbonamenti di Netflix degli ultimi 10 anni costringe la società americana a correre ai ripari. Secondo quanto riportato da Variety, Netflix starebbe tagliando il personale ed avrebbe licenziato 150 dipendenti e dozzine di lavoratori a contratto.

Secondo quanto appreso da The Verge, i tagli includeranno almeno 26 lavoratori a contratto che lavorano al sito web Tudum, dedicato ai fan della compagnia e funge da supplemento ai contenuti Netflix. Netflix anche in precedenza aveva tagliato lo staff di Tudum, licenziato 25 persone che lavoravano nel reparto marketing.

In una risposta inviata a The Verge, un rappresentante di Netflix ha affermato quanto segue: “come abbiamo spiegato in merito agli utili, il rallentamento della crescita dei ricavi significa che dobbiamo anche rallentare la crescita dei costi come azienda. Quindi, purtroppo, oggi licenziamo circa 150 dipendenti, per lo più con sede negli Stati Uniti. Questi cambiamenti sono guidati principalmente dalle esigenze aziendali piuttosto che dalle prestazioni individuali, il che li rende particolarmente difficili poiché nessuno di noi vuole dire addio a colleghi così straordinari. Stiamo lavorando duramente per sostenerli durante questa transizione molto difficile. Anche un certo numero di lavoratori sotto contratto tramite agenzie sono stati colpiti dalla notizia annunciata questa mattina. Siamo grati per il loro contributo a Netflix”.

Non è chiaro i 150 dipendenti Netflix in che dipartimenti lavoravano, ma è indubbio che si tratti di una novità importante, che si aggiunge ai rumor emersi nelle scorse ore secondo cui Netflix potrebbe buttarsi sul live streaming.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
5