Telegram: in corso una seconda vendita segreta in vista della ICO?

INFORMAZIONI SCHEDA
di

A qualche giorno di distanza dalla pubblicazione della notizia relativa ai presunti 850 milioni di Dollari raccolti da Telegram in vista dell'imminente IPO, sul web emerge un nuova nuova indiscrezione. A riportarla The Verge.

La famosa testata di elettronica e lifestyle, infatti, ha ottenuto alcune informazioni secondo cui la compagnia di Pavel Durov starebbe tenendo una seconda fase di pre-ICO per i propri investitori. Fonti vicine alla compagnia avrebbero affermato a The Verge che gli investitori avrebbero ricevuto una mail in cui viene spiegato che Telegram starebbe per tenere un'altra prevendita privata.

L'importo esatto da raccogliere ancora non sarebbe stato determinato, secondo una delle fonti, ma secondo altre Telegram punterebbe alla stessa somma della prima: 850 milioni di Dollari, che qualora dovesse essere raggiunto porterebbe il totale oltre gli 1,6 miliardi di Dollari, una cifra che renderebbe quella della piattaforma di messaggistica istantanea russa l'ICO più grande di sempre, migliorando ulteriormente il record già fissato.

Telegram, però, almeno al momento non ha risposto ad una richiesta di commento, e lo stesso hanno fatto Sequoia Capital e Benchmark, due istituti finanziari che sarebbero stati interpellati per fare chiarezza.

Il cambiamento repentino dei piani di Telegram, però, arriva in un momento in cui la compagnia è sotto esame per il Telegram Open Network (TON), che permetterà agli utenti di creare un ecosistema in stile Ethereum con app, servizi ed un negozio di beni digitali e fisici. I critici sostengono che la proposta non conterrebbe abbastanza dettagli tecnici e la valutazione elevata di Telegram sarebbe guidata dall'alto hype degli utenti e dalle speculazioni, piuttosto che dal valore reale della tecnologia.

Per Telegram, comunque, è abbastanza logico raccogliere più denaro privato in caso di domanda alta, avrebbero affermato alcuni investitori a The Verge. La prima prevendita avrebbe superato le aspettative, motivo per cui la compagnia ha deciso di avviarne una seconda.

L'ICO di Telegram si appresta ad essere una delle più attese di sempre per il mercato delle criptovalute, in quanto la prima ad attirare le società di venture capital della Silicon Valley. Gli osservatori, tuttavia, continuano ad essere scettici sul valore.
L'offerta finanzierà una suite di prodotti basati su blockchain tra cui uno che offrirà lo storage di file, un servizio di DNS ed uno scambio di annunci, almeno a giudicare da quanto riportato dal "white paper" di 132 pagine distribuito agli investitori. I critici sostengono che la proposta conterrebbe affermazioni estremamente ambiziose ed irrealizzabili, come la possibilità di elaborare milioni di transazioni al secondo, senza però spiegare come.

L'ICO era inizialmente prevista per Marzo.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
2