Il telescopio spaziale James Webb analizzerà un bersaglio gigantesco

Il telescopio spaziale James Webb analizzerà un bersaglio gigantesco
di

Le prime foto del telescopio spaziale James Webb hanno emozionato gli addetti ai lavori... e questo è solo l'inizio. Lo strumento una volta operativo al 100% avrà numerosi bersagli da studiare ed esaminare, come ad esempio il buco nero che si trova al centro della Via Lattea.

Tra le attività previste per il primo anno di lavoro del nuovo osservatorio c'è la collaborazione con l'Event Horizon Telescope (EHT), la collaborazione internazionale che ha scattato la foto di Sagittarius A*. Il telescopio, infatti, sarà molto utile perché vanta due strumenti in grado di raccogliere contemporaneamente dati in due diversi tipi di luce infrarossa.

"Avere la capacità di osservare simultaneamente gli eventi divampati nel vicino e nel medio infrarosso per quanto ne so non è mai stato fatto prima", ha dichiarato Farhad Yusef-Zadeh, un astronomo della Northwestern University nell'Illinois. "È come due telescopi, in pratica, che osservano contemporaneamente."

La campagna di osservazioni è provvisoriamente programmata per aprile 2023, quando il JWST trascorrerà 25 ore a studiare il buco nero supermassiccio. Insomma, l'utilizzo del James Webb potrà essere fondamentale per lo studio di Sagittarius A*, grazie ai suoi strumenti progettati appositamente per l'analisi nell'infrarosso.

Nel frattempo, sapete che il primo bersaglio dell'osservatorio è tenuto segreto da parte degli scienziati?

FONTE: space
Quanto è interessante?
3