Il telescopio TESS ha trovato tanti esopianeti dal lancio, ed è pronto per scovarne altri

Il telescopio TESS ha trovato tanti esopianeti dal lancio, ed è pronto per scovarne altri
di

Il Transiting Exoplanet Survey Satellite, generalmente abbreviato con la sigla TESS, è un telescopio spaziale progettato per la ricerca di pianeti extrasolari nell'Universo. Ovvero quei corpi celesti che si trovano oltre il nostro Sistema Solare.

In poco più di un anno, TESS ha identificato oltre 1.200 candidati planetari, 29 dei quali gli astronomi hanno già confermato come tali. Data l'eccezionale capacità del telescopio, la missione dovrebbe scovare oltre 10.000 nuovi mondi.

TESS utilizza il "metodo del transito", e ricerca quei rari eventi di attenuazione della luminosità che si verificano quando i pianeti passano davanti alle loro stelle madri, bloccando un po' di luce stellare. Questi eventi non indicano solo la presenza dei pianeti, ma anche le loro dimensioni e orbite.

Il telescopio ha, inoltre, trovato diversi pianeti simili alla Terra. Ad esempio, esaminando LP 791-18, una stella nana rossa che si trova a 86 anni luce dalla Terra, TESS ha trovato due mondi. Il primo è una "super-Terra", un pianeta più grande del nostro ma - probabilmente - roccioso, mentre il secondo è un "mini-Nettuno", un pianeta più piccolo di Nettuno ma ricco di gas e ghiaccio.

La missione è stata inizialmente finanziata per due anni. Ma la navicella spaziale è in ottima forma e la NASA ha recentemente esteso la missione fino al 2022, raddoppiando il tempo che il telescopio spaziale userà per scansionare le stelle vicine. Il prossimo decennio sarà ancora più ricco di scoperte, grazie agli attuali strumenti e ai futuri telescopi, come ad esempio il James Webb.

Sta per iniziare una nuova era per l'astronomia.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
6