Tengono gli SMS in Italia, nonostante Whatsapp: +35% in tre anni

Tengono gli SMS in Italia, nonostante Whatsapp: +35% in tre anni
di

Nonostante il crescente utilizzo di Whatsapp, Telegram ed altre applicazioni di messaggistica istantanea, in Italia continuano a tenere gli SMS. Secondo un'indagine condotta a livello europeo da PWC per Esendex, negli ultimi tre anni gli SMS in Italia hanno registrato una crescita del 35%, e per il prossimo triennio si parla di un +45%.

A spingere sull'adozione degli SMS in Italia potrebbero averci pensato le comunicazioni legate ai "customer care", vale a dire l'attivazione di nuovi contratti, l'invio e ricezione di pratiche, l'invio di reminder o la cancellazione di appuntamenti per gli interventi. Ovviamente, gli SMS continuano ad essere utilizzati anche come notifica per i pagamenti effettuati sulle carte di credito associata, ma anche per le richieste di assistenza ed attività di marketing.

La ricerca a tal proposito evidenzia che le comunicazioni SMS legate al supporto clienti sono tra le più utilizzate in tutti i settori, come confermato dal 62% delle aziende intervistate.

Cresce anche l'utilizzo degli smartphone da parte degli italiani: sono 35,1 milioni gli utenti attivi, a fronte di un incremento dell'utilizzo del 69% nel 2020, complice anche la pandemia che l'ha reso uno dei canali principali per entrare incontatto con le persone e per mantenere attivo un dialogo con i clienti per le aziende.

FONTE: CorCom
Quanto è interessante?
3