Un terrapiattista: "sono salito a 400m e l'orizzonte è rimasto dritto"

Un terrapiattista: 'sono salito a 400m e l'orizzonte è rimasto dritto'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Su queste pagine abbiamo più volte parlato del fenomeno dei Terrapiattisti, che sono anche finiti in TV grazie ad un'intervista alle Iene. Di recente l'Huffington Post ha avuto modo di intervistare uno degli esponenti di questo fenomeno, e le risposte sono sicuramente singolari.

Il nome dell'intervistato è Agostino Favari, 40 anni e laureato in ingegneria elettronica che il prossimo 12 Maggio a Palermo sarà il primo relatore dell'evento organizzato dai terrapiattisti, nel corso del quale darà "dimostrazione dell'assenza di curvatura della Terra".

Secondo Favari, "l'assenza di curvatura si può dimostrare in tre modi. Primo: se effettivamente la terra è sferica, salendo in verticale ti trovi ad altezze tali che riesci a vedere una porzione della terra maggiore. Maggiore è la porzione che tu vedi, maggiore è la curvatura che puoi osservare, ammesso che ci sia. Ma così non succede: perché i presunti astronauti, che dicono di essere usciti dall'atmosfera, ci fanno vedere la fotografia di una sfera".

Lo stesso ha anche parlato dell'orizzonte, che è un elemento centrale delle teorie dei terrapiattisti. Secondo Favari, proprio la parola "orizzonte" dimostra che la terra sia piatta, "altrimenti si chiamerebbe curvizzonte". "Immagina di salire su una montagna vicino al mare e vedrai che l'orizzonte si alza ai tuoi occhi, non lo vedi in basso. Se la terra fosse una sfera, dovresti vedere che l'orizzonte si abbassa. Quando l'orizzonte si alza all'altezza degli occhi, allora non sei su una superficie curva, ma sei su una superficie piana: sono le regole della prospettiva. Io sono stato fino a 400 metri sul livello del mare, sulla costa nord della Sicilia, e l'orizzonte è rimasto lì, non si è abbassato" ha affermato, raccontando la sua esperienza.

In discussione anche la teoria di Magellano, definita "un'illusione".

Favari ha anche affermato che, dal momento che il mappamondo non è riconosciuto come strumento affidabile, viene usata la Gleason Map, che vi proponiamo in calce ed in cui il polo nord è al centro, il polo sud è l'Antartide.

Sulla prima foto del buco nero, Favari ha affermato che i telescopi usati per scattare la fotografia che ha fatto il mondo dovrebbe essere messo a disposizione dei terrapiattisti per permettere loro di dimostrare che la Terra è piatta.

L'intervista completa è disponibile a questo indirizzo.

Quanto è interessante?
7
Un terrapiattista: 'sono salito a 400m e l'orizzonte è rimasto dritto'