I terrapiattisti non ci stanno: "Armstrong attore pagato. Sbarco sulla Luna mai avvenuto"

I terrapiattisti non ci stanno: 'Armstrong attore pagato. Sbarco sulla Luna mai avvenuto'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nel fine settimana del 50esimo anniversario dall'allunaggio, non potevano mancare le reazioni dei terrapiattisti alla storica impresa di mezzo secolo fa. A parlare è Albino Galuppini, a capo della Flat Earth Society Italiana, che all'ADNKronos ha espresso tutte le sue perplessità su quanto avvenuto 50 anni fa.

Galuppini, infatti, ha fermamente negato l'impresa di Armstrong e Aldrin, ed ha portato in auge la tesi che quanto visto in televisione sia stato registrato da Stanley Kubrick in uno studio top secret: "non c'è nessuna prova che siamo andati sulla Luna. Le prove le ha fornite la Nasa e non c'è nessuna 'parte terza' che abbia verificato il materiale fornito dall'Agenzia spaziale americana. Dal punto di vista tecnico sono innumerevoli i problemi che un'impresa del genere comporterebbe oggi, figuriamoci negli anni '60. E mi riferisco soprattutto all'affidabilità dei razzi..." ha affermato.

Per il re dei terrapiattisti del nostro paese, Armstrong e soci sono dei militari pagati, e le fotografie diffuse sono false, "è come se qualcuno fotografasse la torre degli Asinelli di Bologna e la spacciasse per la torre di Pisa: uno che non può andare a Pisa deve per forza fidarsi. Lo stesso vale per le foto della Nasa...".

Interessante anche la bizzarra teoria sulla Luna di Galuppini, secondo cui sarebbe una "luminaria molto colorata: ci sono foto, non smentite, in cui si vede chiaramente il colore blu. Basta osservarla con un telescopio. Da lontano sembra giallastra, ma è colorata. Perché la Nasa ci mostra sempre le foto della Luna in bianco e nero?".

Nella discussione con l'agenzia di stampa viene ripresa anche la teoria dell'americano Bill Kaysing, autore del libro "non siamo mai andati sulla Luna", il quale sostiene che Kubrick avrebbe girato la scena presso uno studio top secret nell'Area 51, dove è stata costruita anche la finta narrazione degli alieni. "Kaysing sostiene che quei set siano ancora lì, conservati come una specie di museo. Probabilmente pensavano di utilizzarli per nuove missioni, ma questa è una mia idea..." avverte Galuppini, secondo cui alcuni indizi che portano ad ipotizzare il finto allunaggio sono presenti anche nel film Shining, in cui un bambino indossa una maglia con la scritta "Apollo 11" e la stanza 237 dell'hotel, un numero non casuale che rimanda alla distanza della Luna dalla Terra. Il film "2001 Odissea nello Spazio", secondo Galuppini, sarebbe stato girato proprio per mettere a punto la tecnologia per simulare l'allunaggio.

Ma perchè è stata messa in piedi questa grossa simulazione? "E' una bella domanda. Quello che posso dire, è che lo sbarco sulla Luna non poteva avvenire, è stata una colossale messinscena. Una costruzione che è servita a controllare la gente, a far crescere la sua fiducia nella scienza in sostituzione della religione. E' tutto organizzato dalla massoneria per negare la veridicità della Bibbia e di Gesù" è la risposta.

Quanto è interessante?
6