Tesla farà pagare un accesso ad internet "premium" nelle sue nuove automobili

di

Sin da quando Tesla ha cominciato ad offrire un accesso gratuito ad internet tramite una connessione dati dedicata all'interno delle sue autovetture, molti si sono chiesti se questo servizio fosse destinato prima o poi a diventare a pagamento.

La risposta a questo quesito è arrivata nel 2014, quando la compagnia di Musk ha annunciato che la connessione ad internet sarebbe stata messa a pagamento a partire dal 2018. Quel fatidico momento è ora arrivato, e grazie ad Electreck abbiamo qualche indiscrezione che ci aiuta a capire cosa ha in mente Tesla: il sito è riuscito ad ottenere alcune mail provenienti dal reparto vendite dell'azienda (che sia opera del sabotatore di cui ha parlato Musk?), all'interno delle quali si menziona l'esistenza di un pacchetto a pagamento denominato Premium Connectivity, in arrivo a partire dal primo luglio.

Questo pacchetto porta alcune novità per quanto riguarda il costo di alcuni dei servizi offerti: alcuni di essi, che rientreranno nella sezione Standard Connectivity, verranno resi disponibili in modo completamente gratuito, e comprendono il navigatore e la gestione del percorso in base al traffico, le informazioni relative a Supercharger e gli aggiornamenti di sicurezza. Una serie di feature a dir poco essenziale, caratterizzate da un consumo di dati piuttosto esiguo, e che l'azienda è disposta ad offrire gratuitamente.

Tutto il resto, però, farà parte della Premium Connectivity: ad un prezzo (ipotizzato) di 100 dollari all'anno, gli utenti potranno contare sulla visione satellitare, sulle informazioni in tempo reale sul traffico, sul web browser, sul servizio di streaming musicale e su tutti gli altri aggiornamenti disponibili per il veicolo (oltre a quelli di sicurezza).

Stando a quanto emergerebbe dalle mail, chi acquista una Model 3 equipaggiata con il pacchetto Premium Interior riceverà un anno gratuito di Premium Connectivity, iniziativa che sembra estendersi anche alla Model S e Model X. Ovviamente tutti i modelli ordinati prima del primo luglio non saranno soggetti a queste nuove politiche.

Al momento Tesla deve ancora commentare questa vicenda, quindi non sappiamo se le indiscrezioni riportate da Electreck corrispondano effettivamente ai piani che la compagnia di Musk ha in serbo per i propri clienti.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it

Tesla farà pagare un accesso ad internet 'premium' nelle sue nuove automobili