TikTok introduce nuove misure di sicurezza per gli utenti tra i 13 e i 17 anni

TikTok introduce nuove misure di sicurezza per gli utenti tra i 13 e i 17 anni
INFORMAZIONI SCHEDA
di

TikTok continua ad apportare nuove modifiche sotto forma di misure di protezione per utenti adolescenti: dopo la rimozione di 7 milioni di profili di utenti under-13, i gestori della piattaforma hanno deciso di introdurre una nuova gamma di feature incentrate sulla privacy e sicurezza degli utenti tra i 13 e i 17 anni.

Come riportato da TechCrunch, TikTok ha deciso di impostare automaticamente i messaggi diretti su “Nessuno” agli utenti di 16-17 anni all’iscrizione alla piattaforma, impedendo così ai loro follower di inviare loro DM che potrebbero essere potenzialmente offensivi o comunque rendere l’esperienza d’uso negativa. Inoltre, alla pubblicazione del primo video gli stessi utenti vedranno un nuovo pop-up che chiederà loro a chi vogliono far vedere il contenuto in questione, avvertendoli inoltre della presenza dell’opzione per attivare il download del video stesso.

Ancora, novità estremamente importante è il “coprifuoco” per gli utenti tra i 13 e i 15 anni, i quali non riceveranno notifiche push dopo le 21:00; per gli utenti di 16 o 17 anni, invece, le medesime notifiche saranno disabilitate a partire dalle 22:00. Come spiegato dalla responsabile della politica globale sulla sicurezza dei minori di TikTok, Tracy Elizabeth, “la priorità è garantire che gli adolescenti su TikTok abbiano un'esperienza sicura e adeguata all'età mentre creano e condividono sulla nostra piattaforma”.

Si tratta di provvedimenti che non solo puntano alla maggiore sicurezza dell’app per gli utenti minorenni, ma anche misure che intendono rendere l’app meno una dipendenza per loro. Chissà se in futuro introdurranno anche un vero e proprio limite di utilizzo, oltre al già esistente avviso che appare quando si passa troppo tempo all’interno di TikTok.

In compenso, pochi giorni fa TikTok è diventata l’app più scaricata al mondo, superando anche Facebook e WhatsApp.

FONTE: TechCrunch
Quanto è interessante?
1