TikTok e privacy dei minori a rischio: aperta istruttoria dal Garante

TikTok e privacy dei minori a rischio: aperta istruttoria dal Garante
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il Garante per la Privacy ha annunciato di aver aperto un’istruttoria nei confronti del social network di ByteDance, TikTok, per fare chiarezza sul trattamento dei dati dei minori.

Tra le possibili violazioni contestate alla piattaforma c’è la scarsa attenzione alla tutela dei minori, il divieto d’iscrizione ai più piccoli facilmente aggirabile, la poca trasparenza e chiarezza sulle informazioni messe a disposizione degli utenti, e le impostazioni di default che non rispetterebbero i requisiti richiesti.

Per quanto concerne la modalità d’iscrizione, il Garante contesta a TikTok che il modulo non tutelerebbe a sufficienza i minori. Il divieto d’iscrizione per coloro che hanno età inferiore ai 13 anni, infatti, è facilmente aggirabile inserendo una data di nascita falsa. In questo modo, infatti, anche i più piccoli sarebbero in grado di iscriversi senza alcuna verifica, pur non rispettando il requisito minimo di età e senza l’autorizzazione dei genitori.

Secondo il Garante, inoltre, l’informativa rilasciata agli utenti è “standardizzata e non prende in specifica considerazione la situazione dei minori, mentre sarebbe necessario creare una apposita sezione dedicata ai più piccoli, scritta con un linguaggio più semplice e con meccanismi di alert che segnalino i rischi ai quali si espongono”.

Restano anche indefiniti i tempi di conservazione dei dati, rispetto agli scopi per i quali vengono raccolte. TikTok non avrebbe nemmeno evidenziato le modalità di anonimizzazione a cui fa riferimento.

Infine, nell’istruttoria pubblicata sul sito del Garante si fa anche riferimento al fatto che il profilo utente viene impostato come “pubblico”. Questo aspetto consente “la massima visibilità ai contenuti in esso pubblicati. Tale impostazione predefinita si pone in contrasto con la normativa sulla protezione dei dati che stabilisce l’adozione di misure tecniche ed organizzative che garantiscano, di default, la possibilità di scegliere se rendere o meno accessibili dati personali ad un numero indefinito di persone”.

Quanto è interessante?
2