Tim Cook difende l'accordo miliardario con Google per la ricerca in iOS

Tim Cook difende l'accordo miliardario con Google per la ricerca in iOS
INFORMAZIONI SCHEDA
di

In precedenza Tim Cook non è certo stato gentile nei confronti di Google, soprattutto per le questioni relative alla privacy degli utenti ed il trattamento dei dati personali. Nel corso di un'intervista rilasciata ad HBO, l'amministratore delegato della società di Cupertino ha però difeso l'accordo miliardario stilato con il colosso di Larry Page.

Le due società infatti hanno firmato una partnership per rendere Big G il motore di ricerca predefinito di Safari, Siri ed in generale del sistema operativo iOS. Secondo quanto riferito negli scorsi mesi, l'accordo si aggirerebbe intorno ai 9 miliardi di Dollari, una cifra molto elevata ma che permette a Google di essere in prima linea sul sistema operativo concorrente a quello proprietario.

Cook però ha allontanato le critiche, sottolineando che la scelta è stata dettata dal fatto che "il motore di ricerca Google è il migliore", ma ciò nonostante la privacy e riservatezza degli utenti rappresenta una priorità assoluta per la Mela. "Guardate cosa abbiamo fatto ed i controlli che abbiamo introdotto. Abbiamo creato una modalità di navigazione privata, ed il sistema che previene il tracking da parte dei siti web. In generale, abbiamo cercato di trovare dei modi per rendere la vita dei nostri utenti più semplice" ha affermato ad Axios.

Il CEO di Apple è anche tornato sulle dichiarazioni dello scorso mese, in cui aveva richiesto una regolamentazione per il trattamento dei dati degli utenti. Secondo il dirigente, una normativa unica è inevitabile: "sono un grande sostenitore del libero mercato, ma dobbiamo ammettere quando il mercato libero non funziona. Ed in questo caso non ha funzionato. Credo che sia inevitabile arrivare ad una regolamentazione".

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
6