TIM, Fastweb ed Huawei accendono con Di Maio la prima antenna 5G a Bari

TIM, Fastweb ed Huawei accendono con Di Maio la prima antenna 5G a Bari
di

Importante passo in avanti registrato nel weekend nell'ambito del progetto "Bari Matera 5G" sponsorizzato da TIM, Fastweb ed Huawei. Il Ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, ha infatti simbolicamente acceso alla Fiera del Levante la prima antenna 5G Standard.

L'antenna, montata presso il Politecnico, sancisce il passaggio dalla fase dei test sulle antenne "pre-standard" a quelli sulle antenne "standard", che quindi rispettano le specifiche previste dall'Ente di Standardizzazione Mondiale 3GPP per il rilascio della versione Non-Standalone New Radio dell'architettura 5G.

Per il territorio pugliese si tratta della prima antenna di questo tipo, che sarà di fondamentale importanza per lo sviluppo e consolidamento della nuova tecnologia e di tutti gli scenari di utilizzo ad essa collegati.

Nel corso della giornata sono anche stati mostrati diversi ambiti di applicazione della nuova tecnologia.

A livello di Smart City è stato presentato Smart Lightning, ovvero un sistema di illuminazione per le città intelligenti che si prepone l'obiettivo di minimizzare i costi dei consumi e manutenzione a fronte di una sensibile riduzione dell'impatto ambientale, grazie ad una piattaforma hardware e software dinamica ed intelligente.

A livello di sicurezza pubblica è stato dato spazio alla soluzione progettata da Leonardo e Bosch per il monitoraggio degli accessi all'area portuale di Bari, attraverso un sistema di algoritmi e telecamere basate sull'intelligenza artificiale per il riconoscimento facciale e delle situazione anomale. La piattaforma è in grado di attivare automaticamente le procedure di emergenza per incrementare la sicurezza nell'area aeroportuale.
Nello stesso ambito sono anche state illustrate le feature di funzionalità in 5G e Wearable devices, in grado di raccogliere in tempo reale i flussi video provenienti da diverse sorgenti di terra (come smartphone, encoder, videocamere) a mare (encoder su imbarcazioni) ed aria (encoder e smartphone su elicotteri e droni). Fondamentalmente si tratta di un'evoluzione del servizio di sicurezza pubblica di cui vi abbiamo parlato poco sopra.

Spazio anche alla realtà virtuale, che potrebbe rappresentare una risorsa molto importante in ambito turistico, mentre per la Sanità 5G è stato mostrato il progetto sviluppato per l'RCCS "Giovanni Paolo II" che permette di fornire assistenza presso il domicilio del paziente con l'invio dei parametri vitali direttamente presso l'ospedale.

Siamo molto orgogliosi di questo primato tecnologico, testimoniato oggi con l’accesione della prima antenna conforme allo standard mondiale 3GPP Rel15 sul territorio di Bari, a riprova del concreto investimento che stiamo facendo in questa città - ha dichiarato Elisabetta Romano, Chief Technology Officer di TIM -. Il 5G rappresenta la tecnologia fondante in grado di offrire prestazioni senza precedenti che permetteranno lo sviluppo di nuovi scenari digitali a vantaggio di tutti i cittadini”.

"L’accensione della prima antenna a standard 3GPP qui a Bari segna un nuovo importante traguardo nel percorso di innovazione del progetto Bari Matera 5G che ha visto nel corso dell’anno l’attivazione del segnale di antenne pre-standard nelle due città e la presentazione delle prime concrete applicazioni di Realtà Virtuale e Industria 4.0, nonché di Public Safety, Smart City e Sanità 5.0 – ha sottolineato Andrea Lasagna, Technology Officer di Fastweb. Le potenzialità del 5G sono infatti infinite e in grado di trasformare profondamente il nostro modo di vivere".

Siamo passati alla seconda fase del progetto, che vedrà la realizzazione di decine di siti entro l’anno, portiamo quindi il 5G sul territorio in modo più capillare – ha dichiarato Luigi De Vecchis, Presidente di Huawei Italia. Oggi accendiamo anche la rete “core” virtualizzata, cioè una rete mobile intelligente realizzata su un datacenter a Bari e che presenta praticamente tutte le funzionalità tecniche di rete del 5G, incluso a breve anche il “network slicing”. Quindi, oltre ad abbattere i tempi di comunicazione fra rete e dispositivi, permetterà la creazione di servizi personalizzati secondo le tipologie di aziende e utenti, di fatto abilitando funzionalità ad esempio di Industria 4.0, telemedicina, smart city, public safety."

Quanto è interessante?
3