TIM: il governo avvia l'istruttoria per esercizio golden share

di
La Presidenza del Consiglio ha annunciato di aver avviato un’istruttoria ai danni di TIM per individuare i presupposti per esercitare la golden share. Nel comunicato diffuso, e visualizzabile in calce, si legge che è stato il ministro dello sviluppo Carlo Calenda a sollecitare l’istruttoria.

Proprio il titolare del dicastero, interpellato in Transatlantico sulla questione ha affermato che il governo “fa quello che deve fare, ovvero applicare le regole esistenti. Abbiamo chiesto a Palazzo Chigi di verificare se c’è l’obbligo di notifica sull’attività di direzione e coordinamento”. Tuttavia, interpellato su un’eventuale sanzione a Vivendi, ha innanzitutto precisato che “questa cosa non ha nulla a che fare con il caso Fincantieri”, quindi si è rimesso alle decisioni del comitato.

Di seguito invece il comunicato diffuso sul sito di Palazzo Chigi: “la presidenza del Consiglio ha ricevuto una nota, datata 31 luglio nella quale il Ministro dello Sviluppo Economico ha sollecitato una pronta istruttoria da parte del gruppo di coordinamento all'interno della Presidenza del Consiglio al fine di valutare la sussistenza di obblighi di notifica e, più in generale, l'applicazione del decreto legge 21 del 2012. Nel comunicato stampa di TIM datato 28 Luglio erano state rese note alcune tematiche di corporate governance affrontate dal Consiglio di Amministrazione di Tim ed, in particolare, la presa d'atto dell'inizio dell'attività di direzione e coordinamento da parte di Vivendi”.