Tim inaugura la rete 4.5G da 500 Mbps in Italia

di

Mentre negli USA e in Europa sono partiti i test (anche grazie al nuovo Snapdragon X50 di Qualcomm) delle reti 5G, tecnologia che non sarà disponibile per il mercato di massa prima dell’inizio del 2020, Tim è il primo operatore italiano (e uno dei primi al mondo) a portare la rete 4.5G ai suoi utenti.

L’operatore mobile ha sperimentato la nuova rete super veloce, in grado di raggiungere senza problemi i 500 Mbps, a Torino su infrastrutture attive, ovvero che utilizziamo già tutti i giorni con il 4G. Questa nuovo salto in avanti si deve soprattutto alla collaborazione con Ericsson e Qualcomm, gli attuali 300 Mbps max raggiungibili su rete 4G Plus (LTE Advanced) vengono così quasi raddoppiati. Peccato però che al momento non ci siano ancora terminali compatibili sul mercato internazionale, si tratta di una tecnologia talmente avanzata che ancora non è fruibile dal pubblico di massa. Appena però i produttori implementeranno i modem adatti su smartphone, tablet e chiavette sarà tutto già pronto.

Ma serve davvero una tale velocità su rete mobile? Se pensiamo allo streaming video 4K assolutamente si, YouTube, Netflix e le altre piattaforme video potrebbero sfruttare al massimo i dispositivi mobili in accoppiata alla nuova rete ad alta velocità, di conseguenza gli utenti avrebbero tempi di caricamento e di buffering notevolmente ridotti. I primi dispositivi compatibili con questa nuova banda ultra larga dovrebbero arrivare sul mercato già a fine anno, un ottimo modo per aspettare in tutta tranquillità il 5G nel 2020.

Quanto è interessante?
0