TIM porta la fibra ottica in 64 comuni della Basilicata

di

E’ stato completato in Basilicata il programma relativo alla realizzazione della rete di nuova generazione in fibra ottica per fornire la banda ultralarga e favorire il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea.

I risultati di questo importante intervento infrastrutturale, che pone la Basilicata all’avanguardia tra le regioni italiane, sono stati illustrati oggi a Potenza, all’Aula Magna dell’Università degli Studi della Basilicata, da Marcello Pittella, Presidente della Regione Basilicata, Salvatore Lombardo, Direttore Generale di Infratel Italia, e Carlo Filangieri, Direttore Open Access di TIM.

Il programma di posa della fibra ottica ha coinvolto 64 comuni lucani. Sono state cablate da TIM oltre 170 mila unità immobiliari, con collegamenti fino a 200 Mbps al secondo, per un bacino di circa 330mila abitanti e 600 edifici pubblici - tra cui sedi della Pubblica Amministrazione centrale e locale e delle Forze Armate, istituti scolastici e uffici della Pubblica Istruzione, ospedali e strutture sanitarie - tutti abilitati con connessioni fino a 1000 Mbps.

L’investimento complessivo è di 36,8 milioni di Euro, di cui 21,8 milioni di fondi pubblici europei e 15 milioni a carico di TIM, che si è aggiudicata il Bando emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico attraverso Infratel Italia, la società del Gruppo Invitalia incaricata di attuare il Piano nazionale Banda Larga e il Progetto strategico Banda Ultra Larga approvato dalla Commissione europea.

TIM ha inoltre investito ulteriori 9 milioni di Euro per per le componenti di rete attiva, riguardanti l’elettronica degli armadi stradali.

Quanto è interessante?
1