TIM dà il via allo spegnimento della rete in rame: si parte da Trento

TIM dà il via allo spegnimento della rete in rame: si parte da Trento
di

TIM ha annunciato oggi che è partito da Trento il processo di spegnimento della rete in rame in Italia. Nello specifico, l'operatore telefonico ha dato il via allo switch off dalla centrale di Mattarello, che serve l'importante area a sud la città: si tratta della prima centrale interamente cablata in fibra FTTH.

Grazie al completamento dei lavori ora la centrale di Mattarello può servire circa 2mila linee telefoniche nella circoscrizione 8 della città, ma la migrazione sarà graduale ed avverrà di pari passo con le adesioni dei clienti.

"Con l'avvio del processo di spegnimento della rete in rame, iniziamo a scrivere un nuovo capitolo della storia delle telecomunicazioni in Italia, a conferma del nostro impegno a voler essere parte integrante del processo d'innovazione e digitalizzazione del Paese" ha affermato il CEO di TIM, Luigi Gubitosi, il quale ha osservato che "partiamo quindi da Trento, comune d'eccellenza italiano, a trasferire, su base volontaria, i nostri clienti verso le nuove reti ultraveloci in fibra. Siamo convinti che con il consolidamento di questo processo, che gradualmente riguarderà l'intero territorio nazionale, andremo ad accelerare il processo di digitalizzazione di cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione, favorendo contestualmente lo sviluppo di quelle competenze digitali necessarie a tornare a crescere sia in Italia che a livello internazionale".

Per tutte le informazioni sulle offerte per la fibra ottica di TIM vi rimandiamo alla nostra notizia dedicata.

Quanto è interessante?
6