Quanti tipi di Linux ci sono? Ecco le migliori distribuzioni gratuite

Quanti tipi di Linux ci sono? Ecco le migliori distribuzioni gratuite
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Dopo la storica ammissione di Microsoft su Linux e sull'Open Source, anche Windows 10 ha potuto trarre beneficio dall'integrazione di un kernel linux completo. Ma esiste un sistema operativo Linux? In realtà il discorso è più complesso di così.

Quando parliamo di Linux, tecnicamente ci si riferisce al Kernel inventato da Linus Torvalds. Solo in seguito venne creato il sistema operativo GNU che diede origine alla cosiddetta famiglia di distribuzioni Linux.

Al giorno d'oggi la grande famiglia delle distribuzioni Linux conta all'attivo ben 600 versioni, di cui 500 ancora con supporto attivo.

Ma quali sono le migliori distribuzioni per entrare a far parte dell'universo Linux nel 2021? Ecco le principali:

  • Linux Mint;
  • Ubuntu;
  • Debian;
  • Fedora;
  • openSUSE;
  • Arch Linux;
  • Zorin OS;
  • Manjaro.

In particolare, Ubuntu rimane a oggi una delle più diffuse a livello mainstream ma anche professionale, grazie a un'interfaccia semplice e pulita e il supporto a lungo termine che garantisce 5 anni di stabilità e aggiornamenti di sicurezza nelle versioni LTS.

Ubuntu riceve nuove versioni ogni aprile e ottobre, riconoscibili dalle desinenze .04 e .10 alla fine del numero della versione. Esistono numerose varianti di Ubuntu, fra cui Kubuntu, Lubuntu e Xubuntu, che differiscono fra loro per l'ambiente desktop utilizzato.

Linux Mint è una delle distribuzioni più recenti ma si è guadagnata in breve tempo i favori dell'utenza per via della semplicità di installazione e utilizzo e di un ambiente desktop molto vicino all'esperienza offerta dal sistema operativo di Redmond.

Quanto è interessante?
2