I topi pigri tornano giovani grazie al sangue dei topi più attivi: è l'eterna giovinezza?

I topi pigri tornano giovani grazie al sangue dei topi più attivi: è l'eterna giovinezza?
di

Si sa che l’attività fisica è importante per la salute, non solo nel caso degli esseri umani ma anche degli animali: caso di studio importante riguarda i topi, dove i più pigri incorrono in problemi gravi, fisiologici e psicologici. Una ricerca recente mostra che iniettare plasma sanguigno di topi attivi in quelli sedentari ha benefici particolari.

La ricerca pubblicata su Nature pochi giorni fa ha proprio studiato questa evenienza, mediante l’iniezione a topi sedentari di plasma sanguigno di topi che correvano per chilometri su ruote. Così facendo, i ricercatori hanno notato un aumento del flusso sanguigno al cervello, che si traduce in più neuroni, migliore navigazione e memoria, ottenendo migliori risultati nei test mnemonici e di apprendimento.

Ancora più interessante è stata la seguente scoperta: alcuni topi sedentari con infiammazioni cerebrali legate all’Alzheimer o ad altri disturbi neurologici hanno visto una loro riduzione, definendo quindi una possibile terapia con il “sangue giovane” di topi più attivi.

In realtà, tali studi sono fondati su decenni di ricerche dello stesso tipo che, però, non avevano ancora dimostrato le proprietà del sangue più giovane. L’autrice principale Fabrisia Ambrosio, professore associato di medicina fisica e riabilitazione alla University of Pittsburgh, ha affermato quanto segue: “In un certo senso, [lo studio] ci aiuta a comprendere la biologia di base di come funziona la rigenerazione muscolare, e come non funziona con l'avanzare dell'età. Portando queste informazioni al livello successivo, possiamo pensare di utilizzare le vescicole extracellulari come terapia per contrastare questi difetti legati all'età”.

Senza ombra di dubbio, i ricercatori dovranno condurre ulteriori analisi approfondite a tale proposito. Ciononostante, la recente ricerca sui topi ha già svelato alcuni dettagli importanti, sebbene a oggi sia difficile parlare già di "segreto dell'eterna giovinezza". Del resto, gli effetti notati dagli scienziati partecipanti allo studio hanno avuto un'efficacia relativamente limitata.

Altre ricerche svolte negli ultimi mesi hanno visto l’utilizzo di cellule staminali nei topi per curare il diabete.

Quanto è interessante?
1