Il torace dei Neanderthal potrebbe essere una chiave per lo studio dell'evoluzione

Il torace dei Neanderthal potrebbe essere una chiave per lo studio dell'evoluzione
di

La costituzione dei tronchi degli infanti di Neanderthal, analizzati da uno studio condotto in Spagna, risulterebbe simile a quella degli esemplari adulti.

I ricercatori inizialmente pensavano che la struttura corta, profonda e leggermente incurvata dei tronchi fosse una peculiarità sviluppata solo nei corpi adulti. La scoperta, però, proverebbe il contrario.

"Ominidi tozzi e dalla testa grande come i Neanderthal necessitavano di una cavità toracica ampia fin dalla nascita, per poter permettere ai polmoni di allargarsi sufficientemente per soddisfare i bisogni energetici" ha spiegato il paleobiologo Daniel García Martínez, del Centro nazionale di ricerca sullo sviluppo umano a Burgos, Spagna.

García Martínez e i suoi colleghi hanno ricostruito costola per costola le casse toraciche di 4 esemplari di Neanderthal che, in base allo sviluppo delle loro ossa, sono stati identificati come individui giovani o in età infantile (i più giovani si ritiene che fossero morti a qualche settimana di distanza dalla nascita).

I reperti umani sono stati ricavati da siti archeologici sparsi in tutto il mondo, dalla Francia, passando per la Siria e arrivando in Russia. Risalgono, secondo il metodo del carbonio-14, a circa 40,000 e 70,000 anni fa.

Ciascuno di questi individui aveva un torace molto profondo e una spina dorsale molto corta, considerando l'età. Solo negli esemplari più "anziani" (di circa un anno e mezzo o due) è stata osservata una leggera incurvatura della spina dorsale dentro la cavità.

Concludendo la ricerca, García Martínez e i partecipanti allo studio hanno ipotizzato, con i dati alla mano, che i Neanderthal non avessero sviluppato da soli una struttura ossea così tozza. Suppongono che essa risalga ai loro antenati che vissero nell'odierna Europa circa 430,000 anni fa, gli Homo erectus.

Partendo da questo presupposto, gli scienziati si sono chiesti il perché gli Homo sapiens abbiano sviluppato, invece, una costituzione ossea più snella e allungata rispetto ai Neanderthal. Tuttavia, ancora non sono riusciti a rispondere a questo quesito - oltre al non sapere perché i nostri cugini antenati si siano estinti.

Lo studio ha sicuramente contribuito a creare nuove ipotesi riguardo l'evoluzione della specie umana. E' affascinante scoprire che da un semplice mutamento della cassa toracica potrebbe essere stato determinato uno stadio evolutivo completamente radicale - che portò gli uomini ad avere l'anatomia che accomuna tutti noi.

Quanto è interessante?
4