Toyota Connected: grazie al Cloud di Microsoft le auto saranno più "connesse"

di

Si chiama Toyota Connected la join venture nata dalla partenership tra Toyota e Microsoft e si occuperà di analisi di dati, permettendo di avere auto a misura di utente. La sede dei nuovi stabilimenti sarà in Texas dove un team delle due aziende lavorerà a stretto contatto.

L'obiettivo della collaborazione, con sede a Plano, è quello usare i dati raccolti ed analizzati attraverso la piattaforma di cloud computing di Microsoft, Azure, per aiutare a sviluppare nuovi prodotti e servizi per le cosiddette "connected cars".
Toyota Connected è solo l'ultima delle collaborazione tra le due aziende, già partner dal 2011 e permetterà la creazione di un vero e proprio hub di "data science" che vedrà una partecipazione della casa di Redmond nel 5% della join venture.
La nuova compagnia sarà diretta dal senior managing officer della casa automobilistica giapponese, Shigeki Tomoyama, mentre il Ceo sarà Zack Hicks, chief information officer di Toyota Motor North America.
Attraverso l'analisi dei dati ed avvalendosi di moderne tecnologie di robotica ed AI, sarà possibile realizzare dei servizi "cuciti su misura" ad ogni utente: dalle polizze assicurative basate sull'effettivo utilizzo dell'automobile alle reti che permetteranno la condivisione su traffico e meteo in tempo reale, dall'assistenza alla guida ai servizi basati sulle abitudini del conducente per finire al monitoraggio della salute di quest'ultimo.

Quanto è interessante?
0