Tra qualche anno diremo addio ai pedaggi ma verremo tassati in base a quanto viaggiamo?

di

L'aumento dei veicoli autonomi deve essere preso in considerazione. Le auto che si guidano da sole probabilmente ridurranno e alla fine elimineranno gli incidenti, le violazioni delle regole stradali e molto altro ancora.

Questa innovazione, però, richiederà un drastico calo dei soldi provenienti da tali "attività" (vedasi le multe). Riportiamo di seguito quanto emerso da un recente report della nota azienda Passport.

Per compensare questo e per adattarsi alle tecnologie in evoluzione, dunque, potrebbe essere necessario creare nuovi tipi di pedaggi per pagare il mantenimento delle strade e di tutto ciò che ruota attorno ad esse. I modi in cui viaggiamo cambiano sempre più spesso. Dai veicoli semi-autonomi al trasporto pubblico avanzato come hyperloop, passando per la crescente popolarità dei sistemi di car sharing e dalla maggiore adozione di veicoli elettrici.

Un modo in cui alcuni stanno cercando di far fronte a questi cambiamenti è la modifica dei sistemi di pagamento dei pedaggi. Infatti, un nuovo sistema integrato di fatturazione automatica è in fase di sviluppo da parte della società Passport in collaborazione con il Pennsylvania Toll Pike. Ma i cittadini finiranno col pagare di più con questi nuovi sistemi? Sembra possibile. Il piano attuale di Passport include che le singole città possano monitorare le rotte dei conducenti e tassare di conseguenza, a seconda di quali strade sono state utilizzate, quando e quanto spesso.

I pedaggi aumenteranno e diventeranno più diffusi? È impossibile dirlo con certezza, ma i pedaggi e il trasporto pubblico cambieranno sicuramente. Forse in futuro i parchimetri, le tessere della metropolitana e i caselli saranno semplicemente dei cimeli del passato, mentre potremmo essere tassati sulla base di quanto viaggiamo.

FONTE: Futurism
Quanto è interessante?
5