Tre differenze importanti tra Apple Music e Spotify: possono aiutarvi nella

Tre differenze importanti tra Apple Music e Spotify: possono aiutarvi nella
di

La sfida tra Apple Music e Spotify è entrata nel vivo già da diversi anni. Le due piattaforme si equivalgono in termini di contenuti e librerie, ma differiscono se si guardano alcune funzionalità che potrebbero risultare utili a molti ed inutili ad altri. Ne abbiamo scelte tre per voi.

La prima differenza è da ricercare nella presenza di canzoni in modalità lossless. Apple ha lanciato quasi tre anni fa Apple Music in lossless che permette di ascoltare le canzoni alla massima qualità a 24 bit/192 kHz. Supportato anche il Dolby Atmos che offre un’esperienza d’audio surround virtuale sulle cuffie supportate. Ciò su Spotify non è disponibile dal momento che l’atteso piano Spotify HiFi non è ancora stato lanciato.

Un’altra differenza è da ricercare nel fatto che Spotify fa da hub per più tipi di contenuti: al suo interno non si trovano tantissimi artisti, album e canzoni, ma anche podcast spesso con produzioni originali ed audiolibri. Tutti in un unico abbonamento.

Apple Music propone ai propri utenti anche radio personalizzate come Apple Music 1, Apple Music Hits o Apple Music Country, che possono essere ascoltate gratuitamente anche da chi non è abbonato ed offrono una programmazione in diretta continua.

Voi quale servizio avete scelto e perchè?

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi