Questa tribù ha gli occhi di ghiaccio: si tratta però di una rara sindrome

Questa tribù ha gli occhi di ghiaccio: si tratta però di una rara sindrome
di

Dopo aver scoperto che i nostri occhi funzionano come un sistema di videosorveglianza, sapevate che in Indonesia esiste una tribù dagli occhi di ghiaccio? Ebbene sì, tale particolarità deriverebbe da una condizione genetica molto rara.

Qualche anno fa vennero pubblicati gli scatti altamente suggestivi che fecero immediatamente il giro del mondo del fotografo Korchnoi Pasaribu, sui membri di una tribù con una rara mutazione genetica. Stiamo parlando di alcuni degli abitanti dell'isola indonesiana di Buton, a sud-est di Sulawesi.

Solitamente questa regione è abitata da popolazioni dagli occhi scuri e capelli neri, tuttavia fra tutti, si distingue una tribù dalle caratteristiche davvero particolari. Occhi blu acceso ed un insolito bagliore non possono passare di certo inosservati.

Tali particolarità deriverebbero da una rara condizione genetica. Stiamo parlando della sindrome di Waardenburg, che colpisce circa una persona su 42.000 nel mondo ed è caratterizzata (oltre che da problemi all'udito) per l'appunto da alterazioni nella colorazione dell'iride e da eterocromia oculare, ossia da una diversa colorazione delle due iridi nello stesso soggetto.

Fra i suoi membri è molto comune a causa proprio delle loro parentele. La condizione genetica è infatti autosomica dominante, ciò sta a significare che chiunque sia portatore di tale gene, avrà in seguito la probabilità pari al 50% di trasmetterla alla propria prole.

A quanto pare, come dimostrano le donne della tribù di Dani che si tagliano le dita, appare sempre più evidente come l'Indonesia sia una terra ricca di curiosità ancora da scoprire.

Quanto è interessante?
4