Ci sono mezzo trilione di coralli solo nell'Oceano Pacifico, e sono a rischio

Ci sono mezzo trilione di coralli solo nell'Oceano Pacifico, e sono a rischio
di

In un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature Ecology & Evolution, gli scienziati hanno calcolato per la primissima volta il numero di coralli presenti nell'Oceano Pacifico e hanno valutato il loro rischio di estinzione.

"Nel Pacifico, stimiamo che ci siano circa mezzo trilione di coralli", afferma l'autore principale dello studio, il dott. Andy Dietzel dell'ARC Center of Excellence for Coral Reef Studies della James Cook University. Questi risultati saranno molto utili, poiché i cambiamenti climatici (insieme al riscaldamento degli oceani) minacciano queste creature.

Per farvi capire, le otto specie di corallo più comuni nella regione hanno ciascuna una dimensione della popolazione superiore ai 7,8 miliardi di persone sulla Terra. Una perdita di queste popolazione potrebbe essere fatale per le barriere coralline. La nuova analisi mostra che 12 delle 80 specie a rischio di estinzione, inoltre, hanno dimensioni di popolazione stimate di più di un miliardo di colonie.

"Abbiamo contato una media di 30 coralli per metro quadrato di habitat della barriera corallina. Questo si traduce in decine di miliardi di coralli sulla Grande Barriera Corallina, anche dopo le recenti perdite dovute a condizioni climatiche estreme", afferma il coautore dello studio, il professor Terry Hughes, sempre dell'ARC Center of Excellence for Coral Reef Studies.

Ripristinare i coralli non è sicuramente fattibile, poiché si dovrebbero coltivare 250 milioni di coralli adulti solo per aumentare la copertura corallina sulla Grande Barriera Corallina di appena l'1%. L'unico modo che abbiamo a nostra disposizione è ridurre le emissioni di gas serra. "Date le enormi dimensioni di queste popolazioni di coralli, è molto improbabile che affrontino l'estinzione imminente. C'è ancora tempo per proteggerle dal riscaldamento antropogenico, ma solo se agiamo in tempo", afferma infine Hughes.

FONTE: phys
Quanto è interessante?
2