La triste storia delle "Radium Girls", operaie che subirono un avvelenamento da radiazioni

La triste storia delle 'Radium Girls', operaie che subirono un avvelenamento da radiazioni
di

Un secolo fa scoppiò la moda degli orologi luminescenti, ricoperti da una speciale vernice, brillavano sempre e non necessitavano di essere ricaricati al Sole. Qualcosa di davvero incredibile per l'epoca... peccato che la "vernice speciale" conteneva del radio, un materiale altamente radioattivo. Questa è la storia delle operaie di queste aziende.

Per il delicato compito di applicare la vernice sui minuscoli quadranti, le operaie venivano incaricate di puntare i pennelli con le labbra. Le donne, quindi, ingerivano del radio - scoperto 20 anni prima ma con delle proprietà non ancora ben identificate - ad ogni pennellata.

Le impiegate, a cui era stato detto che la vernice fosse innocua, anni dopo vennero avvelenate dalle radiazioni e divennero note ai media come le ragazze del radio (Radium Girls - in inglese). Ai tempi, il radio veniva utilizzato per molte cose: dai cosmetici al cibo (vi abbiamo già raccontato la storie dell'uomo assuefatto da una bevanda radioattiva).

Le prime donne iniziarono a lavorare nel 1916, a New Jersey. All'inizio degli anni '20, alcune delle Radium Girls iniziarono a sviluppare sintomi come affaticamento e mal di denti. La prima morte avvenne nel 1922, quando Mollie Maggia, 22 anni, morì dopo un anno di dolore - e all'inizio la sua morte venne attribuita alla sifilide.

Ci vollero altri due anni prima che la società proprietaria della fabbrica, l'United States Radium Corporation, intraprendesse una qualsiasi azione, attraverso un'indagine indipendente commissionata principalmente per indagare sull'attività in declino piuttosto che sulla salute dei lavoratori. Nel 1925 Grace Fryer, una delle lavoratrici dello stabilimento originario del New Jersey, decise di fare causa all'azienda e, dopo due anni alla ricerca di un avvocato disposto ad aiutarla, il caso venne presentato nel 1927 insieme ad altre quattro colleghe.

Il caso, risolto a favore delle donne nel 1928, divenne una pietra miliare della legge sui rischi professionali. A seguito di questo processo, fu stabilito il diritto dei singoli lavoratori che contraggono malattie professionali a citare in giudizio i loro datori di lavoro.

FONTE: cnn
Quanto è interessante?
4
La triste storia delle 'Radium Girls', operaie che subirono un avvelenamento da radiazioni