Trovare prove di vita extraterrestre? Dovremmo concentrarci sulle nane bianche

Trovare prove di vita extraterrestre? Dovremmo concentrarci sulle nane bianche
di

La ricerca della vita extraterrestre è ancora in alto mare. L'umanità ci prova da decenni, tuttavia, non è stato ancora trovato nulla. Quello che sappiamo è ancora poco: la vita può apparire attorno ad astri come il nostro Sole e sappiamo che stelle del genere si trasformeranno, un giorno, in nane bianche.

Tuttavia, la caccia continua, perché non abbiamo ancora esplorato ogni singolo angolo della Via Lattea. Non abbiamo idea di come possa essere la vita aliena, ma dato ciò che sappiamo della vita sulla Terra, potremmo supporre che questa ipotetica vita possa essersi evoluta in condizioni simili. Quindi, per avere più possibilità di riuscita, dovremmo cercare mondi che assomigliano ai nostri.

Come ben sappiamo, però, stelle come il Sole non durano in eterno. Alla fine della vita del nostro corpo celeste principale, ci sara solo una piccola nana bianca. Un processo che porterà alla distruzione dei pianeti più vicini, come Mercurio, Venere, Marte e la Terra. Tuttavia, alcuni pianeti potrebbero sopravvivere alla morte del loro sole, orbitando intorno a ciò che resta della stella, così come afferma un documento recentemente presentato sul database di prestampa arXiv.

Le nane bianche, infatti, rappresentano il 15% di tutte le stelle nell'Universo. Le scansioni SETI (acronimo di Search for Extra-Terrestrial Intelligence, un programma dedicato alla ricerca della vita intelligente extraterrestre) hanno preso di mira questi residui stellari solo poco tempo fa, "saltando" decine di possibili osservazioni durante tutti questi anni.

Meglio tardi che mai, però.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
4