È stata trovata la più grande collezione di impronte umane dell'Africa

È stata trovata la più grande collezione di impronte umane dell'Africa
di

Nel nord della Tanzania, vicino a un villaggio chiamato Engare Sero, è stata trovata la più grande collezione di antiche impronte umane dell'Africa. Ci sono, infatti, più di 400 impronte umane conservate nei sedimenti vulcanici.

Gli antichi uomini attraversarono uno strato fangoso di detriti vulcanici che risale a circa 19.100 e 5.760 anni fa. La datazione di un sottile strato di roccia che si sovrappone in parte al sedimento di impronta riduce la fascia di età per le impronte tra circa 12.000 e 10.000 anni fa, afferma il team di ricercatori dietro lo studio.

Una raccolta di tracce è stata lasciata da un gruppo di 17 persone che camminavano verso sud-ovest attraverso il paesaggio, secondo quanto hanno scoperto gli esperti. Il confronto con le moderne misurazioni dell'impronta umana, lo studio indica che il gruppo era composto da 14 donne, due uomini e un ragazzo.

Le donne potrebbero aver cercato cibo, mentre i due uomini potrebbero aver accompagnato le donne, ipotizzano gli esperti. Alcuni cacciatori-raccoglitori odierni, incluso il popolo Hadza della Tanzania, formarono in gran parte gruppi di raccolta di cibo femminile. È difficile però determinare la storia di un popolo attraverso le impronte dei piedi, afferma il geologo Matthew Bennett della Bournemouth University di Poole, in Inghilterra.

Altri siti simili offrono opportunità particolarmente promettenti per lo studio del comportamento umano antico. Come ad esempio il White Sands National Park nel New Mexico, in cui sono state scoperte decine di migliaia di impronte di umani, mammut, bradipi giganti e altre creature di circa 12.000 anni fa.

Quanto è interessante?
4
È stata trovata la più grande collezione di impronte umane dell'Africa