Trovate le prove di un intervento al cervello durante l'Impero Romano d'Oriente

Trovate le prove di un intervento al cervello durante l'Impero Romano d'Oriente
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nel sito di Paliokastro, sull'isola di Taso in Grecia, sono stati scoperti i resti scheletrici di quattro donne e sei uomini probabilmente di alto rango sociale vissuti durante il periodo dell'Impero Romano d'Oriente. La particolarità della scoperta, però, è un'altra: le loro ossa hanno mostrato una forma complessa di chirurgia cerebrale.

"Il luogo di sepoltura e l'architettura della chiesa monumentale funeraria e la costruzione delle tombe sono spettacolari", ha dichiarato il ricercatore capo e antropologo Anagnostis Agelarakis. Ciò non fa altro che confermare l'elevato rango sociale delle persone sepolte lì. "Secondo le caratteristiche scheletro-anatomiche degli individui, sia gli uomini che le donne hanno vissuto vite fisicamente impegnative".

"Nonostante una prognosi infausta, è stato fatto un grande sforzo per questo intervento chirurgico per l'uomo. Quindi, è probabile che fosse un individuo molto importante per la popolazione di Paliokastro", continua Agelarakis. Gli esperti sono stati in grado di ricavare dati medici e chirurgici, nonché dati paleopatologici, da questa "straordinaria chirurgia della testa e del collo".

La causa dell'intervento chirurgico? Un'infezione. L'uomo sembra essere morto poco dopo o durante l'intervento. "L'operazione chirurgica è la più complessa che abbia mai visto nei miei 40 anni di lavoro con materiali antropologici", ha detto Agelarakis. "È incredibile che sia stato eseguito, con i preparativi più complicati per l'intervento, e poi l'operazione chirurgica stessa che ha avuto luogo, ovviamente, in un'era pre-antibiotica".

Quanto è interessante?
5
Trovate le prove di un intervento al cervello durante l'Impero Romano d'Oriente