Trovati composti organici sui pennacchi di Encelado, il satellite di Saturno

Trovati composti organici sui pennacchi di Encelado, il satellite di Saturno
di

Potrebbe sembrare superficialmente un mondo freddo e ghiacciato, ed effettivamente lo è. Ma all'interno, Encelado sembra nascondere immensi oceani riscaldati, il luogo perfetto per la formazione della vita.

Grazie ai dati della missione Cassini sono stati rilevati nuovi tipi di composti organici (nello specifico, composti azotati e dell'ossigeno), nei pennacchi di gas e ghiaccio che esplodono da Encelado. Questi potenti getti infatti, si mescolano con l'acqua dell'oceano sotterraneo della luna prima di essere rilasciati nello spazio.

Sulla Terra, composti simili fanno parte delle reazioni chimiche che producono gli aminoacidi, i mattoni della vita. Le aperture idrotermali sul fondo dell'oceano forniscono l'energia che alimenta le reazioni; su Encelado potrebbe funzionare allo stesso modo.

"Se le condizioni sono giuste, queste molecole provenienti dall'oceano profondo di Encelado potrebbero essere sullo stesso percorso di reazione che vediamo qui sulla Terra. Non sappiamo ancora se gli aminoacidi sono necessari per la vita oltre la Terra, ma trovare molecole del genere è importante", afferma Nozair Khawaja, autore dello studio pubblicato il 2 ottobre nel Monthly Notices of the Royal Astronomical Society.

Il team di Khawaja ha usato i dati del CDA (l'analizzatore di polvere cosmica) della sonda Cassini, per poi utilizzare le misurazioni dello spettrometro di massa dello strumento per determinare la composizione del materiale organico.

La scoperta aumenta la possibilità di trovare della vita all'interno degli oceani sotterranei della luna di Saturno. "Questo lavoro mostra che l'oceano di Encelado ha blocchi reattivi in ​​abbondanza, ed è un'altra luce verde nelle indagini sull'abitabilità del satellite", ha aggiunto il coautore dell'articolo Frank Postberg.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
7
Trovati composti organici sui pennacchi di Encelado, il satellite di Saturno