Trump: Apple si è rifiutata di sbloccare l'iPhone di un terrorista. E' scontro?

Trump: Apple si è rifiutata di sbloccare l'iPhone di un terrorista. E' scontro?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in un tweet inviato sul proprio account ufficiale ha accusato Apple di essersi rifiutata di sbloccare l'iPhone di un terrorista, che avrebbe potuto consentire all'FBI di ottenere maggiori dettagli ed informazioni sull'attacco nella base navale di Pensacola, in Florida.

"Aiutiamo sempre Apple sul commercio ed altre questioni, eppure si rifiutano di sbloccare gli smartphone usati da assassini, spacciatori ed altri criminali. Dovrebbero fare un passo indietro per aiutare il nostro grande paese" ha affermato il numero uno della Casa Bianca, in un messaggio che fa eco alle dichiarazioni del procuratore generale William Barr, che ha mosso le stesse accuse alla società di Tim Cook.

Apple aveva risposto alle critiche di Barr affermando di aver consegnato un gigabyte di dati agli investigatori in poche ore dalla prima richiesta. Un portavoce della società di Cupertino ha anche specificato che inizialmente l'FBI era soddisfatta per l'assistenza fornita dai propri dipendenti "e solo il 6 Gennaio ci ha comunicato di aver bisogno di ulteriori informazioni, un mese dopo l'attacco".

Gli iPhone in questione sono stati usati dal killer di Pensacola, che ha ucciso tre militari durante un attacco alla base navale. Il caso ricorda quello dell'iPhone dell'attentatore San Bernardino, che ha costretto i federali americani ad acquistare un tool di terze parti.

Secondo il New York Times Apple infatti si starebbe già preparando ad una nuova battaglia legale sugli standard di crittografia di iPhone contro il Dipartimento di Giustizia. Nel frattempo l'American Civil Liberties Union (ACLU) ha mostrato il proprio sostegno ad Apple.

FONTE: Techradar
Quanto è interessante?
6