Trump avrebbe messo nel mirino i fornitori di chip di Huawei, TSMC compresa

Trump avrebbe messo nel mirino i fornitori di chip di Huawei, TSMC compresa
di

Arriva così, in un tranquillo martedì sera della seconda metà di febbraio 2020, la "notizia bomba": l'amministrazione Trump starebbe pensando di mettere nel mirino i fornitori di chip provenienti da tutto il mondo che collaborano con Huawei. In particolare, si sta parlando di TSMC, ovvero l'azienda "dietro" ai processori Kirin.

Stando a quanto riportato da Reuters, Trump e soci starebbero pensando di modificare le normative statunitensi per riuscire a "bloccare" le spedizioni di chip verso Huawei. Questo a livello globale: ad esempio, la volontà sembra essere quella di "fermare" anche TSMC, società taiwanese.

Sempre stando a quanto riportato da Reuters, sembra che il Tycoon stia cercando di capire se c'è la possibilità di far approvare normative più stringenti per quanto riguarda componenti di fabbricazione estera che si basano sulla tecnologia o sul software statunitense. In parole povere, un'azienda come TSMC dovrebbe chiedere un'autorizzazione agli USA per poter fornire i chip a Huawei.

Infatti, a quanto pare, l'azienda taiwanese utilizzerebbe apparecchiature prodotte da società statunitensi per fabbricare i chip. Lo stesso avverrebbe per la maggior parte delle aziende del settore, stando a un report di China Everbright Securities. Le apparecchiature sarebbero realizzate da società come KLA, Lam Research e Applied Materials.

Insomma, nel caso tutto venisse confermato, l'amministrazione Trump potrebbe realmente dare molto filo da torcere a Huawei. Ricordiamo che TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Company) è la più grande fabbrica di semiconduttori al mondo e per Huawei perdere un "alleato" di questo tipo in un momento complesso come quello attuale potrebbe essere un problema particolarmente importante.

Ci teniamo a precisare che, nonostante la fonte sia Reuters (ritenuta piuttosto affidabile), al momento stiamo parlando solamente di indiscrezioni e non c'è nulla di certo. Vi invitiamo, dunque, a prendere la notizia con la dovuta cautela.

FONTE: Reuters
Quanto è interessante?
3
Trump avrebbe messo nel mirino i fornitori di chip di Huawei, TSMC compresa