TSMC, carenza di chip finita? I nuovi microprocessori a 3 nm arrivano nel 2022

TSMC, carenza di chip finita? I nuovi microprocessori a 3 nm arrivano nel 2022
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Qualche mese fa era emerso online un report che spiegava come TSMC abbia abbattuto i costi dei chip a 3 nm, rendendo più semplice la loro implementazione nella tecnologia di consumo. Un nuovo report, questa volta di DigiTimes, suggerisce che TSMC inizierà a produrre chip a 3 nm nel 2023, in anticipo rispetto a quanto ritenevano gli analisti.

La notizia dell'implementazione dei chip a 3 nm arriva solo un paio d'anno dopo l'introduzione dei chip a 5 nm, mostrando la rapidità del cambiamento tecnologico su questo fronte. Già da mesi, infatti, produttori come Samsung e TSMC hanno confermato di essere al lavoro su chip a 3 nm e persino a 2 nm, ma nessuno si aspettava che la loro produzione in massa sarebbe stata imminente.

A quanto pare, poi, il produttore taiwanese non ha solo realizzato dei chip a 3 nm, che molto probabilmente saranno utilizzati da Apple e Intel, ma intende mettere in produzione anche dei microprocessori basati sullo standard produttivo N3E, una versione migliorata della produzione a 3 nm.

Rispetto alle componenti attualmente in uso, quelle a 5 nm con tecnologia N5P, i chip a 3 nm riducono il consumo di batteria del 30% e migliorano le prestazioni del 15%. Già qualche mese era stato confermato che Apple ha stipulato un contratto con l'azienda taiwanese per la maggior parte dei suoi chip a 3 nm, nonostante TSMC abbia alzato i prezzi delle componenti del 3%: oltre al colosso di Cupertino, ad assicurarsi rifornimenti di microprocessori a 3 nm saranno anche AMD, NVIDIA e Intel.

Resta da capire se TSMC riuscirà a garantire una produzione tale da soddisfare il mercato, specie nelle attuali condizioni di mancanza di materie prime: l'azienda intende iniziare la produzione dei chip a 3 nm nella seconda metà del 2022 e di quelli basati sullo standard N3E a inizio 2023. Inizialmente, la produzione sarà di soli 30.000 wafer al mese, ma entro la fine del 2022 dovrebbe aumentare a 55.000 prodotti mensili e l'anno successivo dovrebbe invece toccare le 105.000 unità.

FONTE: Gizmochina
Quanto è interessante?
1