TSMC gela l'Europa: nessun piano per assemblare chip nel Vecchio Continente

TSMC gela l'Europa: nessun piano per assemblare chip nel Vecchio Continente
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nonostante i rumor che solo qualche settimana fa volevano TSMC pronta a riflettere su una fabbrica in Italia, il gigante dei chip taiwanese ha gelato tutti e nel corso di una riunione ha affermato che al momento non ci sono piani per aprire fabbriche in Europa.

Come riportato da Reuters, infatti, Taiwan Semiconductor Manufacturing ha affermato nella giornata di oggi che allo stato attuale non ci sono piani concreti per aprire fabbriche volte all’assemblaggio di chip nel Vecchio Continente, nonostante gli sforzi messi in campo dall’Unione Europea per spostare la produzione di chip al di fuori della Cina. La questione è divenuta fondamentale soprattutto dopo il lockdown causato dal Coronavirus, che come abbiamo avuto modo di raccontare ha provocato ad uno shortage di chip a livello mondiale che ha avuto ripercussioni anche sui prezzi dei prodotti d’elettronica, oltre che sulla loro disponibilità.

Lo scorso Febbraio la Commissione Europea ha approvato il Chips Act, che prevede lo stanziamento di ben 43 miliardi di Euro per spostare la produzione di semiconduttori in Europa, grazie a fondi pubblici e privati. Ursula Von Der Leyen nella conferenza stampa di presentazione del ECA (European Chips Act) aveva spiegato che “si tratta di 15 miliardi di investimenti pubblici e privati aggiuntivi entro il 2030, che si aggiungono ai 30 miliardi di Euro previsti dal Next Generation Eu, Horizon Europe ed i bilanci nazionali”.

FONTE: Reuters
Quanto è interessante?
2