TSMC, il premio Nobel: "una guerra Taiwan-Cina potrebbe portare ad una recessione globale"

TSMC, il premio Nobel: 'una guerra Taiwan-Cina potrebbe portare ad una recessione globale'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Mentre continuano le grandi esercitazioni militari intorno all’isola di Taiwan da parte dell’esercito cinese, il popolare analista di Yale Robert Shiller, già premio nobel 2013, ha lanciato un allarme mondiale, qualora dovesse scoppiare una guerra tra le parti.

Rifacendosi alle dichiarazioni del presidente di TSMC di qualche giorno fa, quando ha spiegato che in caso di guerra la società non potrebbe operare, Shiller ha affermato che un’escalation tra Cina e Taiwan potrebbe portare ad una recessione globale. Il motivo è facile da intuire: “senza semiconduttori non può funzionare il sistema produttivo di tutto il pianeta” ha affermato il Premio Nobel, che però osserva come ad essere influenzati non sarebbero solo gli Stati Uniti.

Nel riconoscere che “gli Stati Uniti sono la prima vittima delle difficoltà che già derivano dall’embargo di Pechino alla ‘sabbia’ per costruire i chip di Taiwan, che poi è un mix di terre rare - dal cobalto al cadmio - che solo i cinesi posseggono”, l’economista ha spiegato che “persino i russi si sono lamentati che senza chip non possono far marciare i carri armati, il che ovviamente può farci piacere ma indica la dipendenza da questi componenti elettronici di qualsiasi moderno meccanismo”.

Nel frattempo, le esercitazioni militari stanno bloccando anche le navi in uscita da Taiwan, ma almeno al momento non sono arrivate indicazioni più precise su possibili ritardi con i semiconduttori. Già in passato però in molti avevano osservato che TSMC potrebbe essere al centro di una guerra tra Cina e Taiwan.

FONTE: Rep
Quanto è interessante?
4