Twitch, boom del gioco d'azzardo crypto tra gli streamer maggiori: rischio per i giovani?

Twitch, boom del gioco d'azzardo crypto tra gli streamer maggiori: rischio per i giovani?
di

Il boom della sezione Hot Tub su Twitch è durato relativamente poco a causa dei ripetuti ban delle maggiori streamer del settore ma, a quanto pare, c’è già un sostituto importante e forse peggiore: le slot machine. Negli Stati Uniti sta infatti riscontrando molta popolarità la sezione “Slots” a causa di alcuni Creator in particolare.

Come analizzato da Ars Technica, popolarissimi streamer come xQc (numero 2 di Twitch), Trainwrecks e Mizkif recentemente hanno iniziato a giocare in un casinò online di criptovalute con un pubblico che spesso contava oltre le 20.000 persone costanti, toccando quote pari a 400.000 Dollari in crypto a singola puntata e vincendo molto. I cosiddetti “casinò crittografici” che lavorano con Bitcoin ed Ethereum permettendo agli utenti di giocare tra slot, blackjack e altri tipici giochi d’azzardo stanno dunque trovando parecchio successo, stabilendo anche partnership con tali streamer.

Si presentano, però, dei problemi: non si tratta soltanto di dilemmi tecnici, dato che gli streamer in questione devono usare VPN per accedere ai loro siti d’interesse dato che questi “non possono accettare giocatori dagli Stati Uniti a causa della licenza di gioco”, ma anche di problemi legali per i Content Creator in quanto promuovere siti di gioco d'azzardo che non possono operare negli Stati Uniti è illegale.

Questa tendenza, secondo un’ulteriore analisi condotta da WIRED, riguarda 64 dei 1.000 streamer più popolari negli Stati Uniti che contano così un totale di oltre 100.000 spettatori in diretta, forti anche della promozione maggiore da parte della stessa Twitch in quanto partner della piattaforma. Il Programma Partner, però, prevede che chi ne fa parte deve “fungere da modello per la community”, composta per il 21% da utenti tra i 13 e i 17 anni; in altre parole, non è proprio lo spettacolo migliore per loro.

C’è, quindi, un grande dibattito negli Stati Uniti in merito a questo boom, con Keith Whyte, direttore esecutivo del National Council on Problem Gambling, che richiede un intervento da parte dei gestori di Twitch: “Gran parte del gioco d'azzardo promosso su Twitch è illegale o non regolamentato e pone rischi precisi per consumatori, adulti vulnerabili e adolescenti o bambini minorenni. […] La salute degli utenti Twitch è qualcosa di cui preoccuparsi. Hanno un enorme incentivo a controllare i contenuti illegali, non regolamentati o potenzialmente dannosi”. Sicuramente a breve controlleranno anche i Termini di Servizio di Twitch e la loro compatibilità con i contenuti proposti sulla piattaforma, per evitare una “catastrofe” come quella accaduta nel 2016 con il gioco d’azzardo legato agli oggetti di gioco del famoso titolo Counter Strike: Global Offensive.

Intanto, ecco quali sono gli streamer che stanno crescendo di più in Italia.

Quanto è interessante?
1