Twitch pronta a cambiare tutto per i partner: meno entrate ma anche più libertà

Twitch pronta a cambiare tutto per i partner: meno entrate ma anche più libertà
di

Il programma di incentivi in arrivo su Twitch sembra rientrare in una serie di novità importanti per la piattaforma di streaming e le entrate da esso derivate: i gestori del servizio da diverso tempo di proprietà da Amazon starebbero considerando, infatti, un numero notevole di cambiamenti radicali per i partner di Twitch.

Stando a quanto riportato da Bloomberg e da loro ottenuto da fonti interne – che comunque consigliamo di considerare con estrema cautela -, Twitch starebbe valutando il passaggio da una ripartizione delle entrate 70-30 con i partner a un 50-50 netto con l’intento evidente di aumentare i profitti della piattaforma.

Sempre in tale ottica, dietro le quinte si starebbe prendendo in considerazione un sistema di partnership a più livelli o una soluzione da affiancare alla riduzione delle entrate per gli streamer che consentirebbe loro di trasmettere in streaming anche su altre piattaforme, abbandonando così il concetto dell’esclusività che a molti content creator reca non poco fastidio.

A ciò si aggiungono gli ulteriori incentivi citati in apertura e pensati per aumentare la quantità di annunci pubblicitari durante le dirette streaming, tra cui un bonus per il raggiungimento di una certa quantità di tempo pubblicitario all'ora nelle trasmissioni. Tutto ciò, ribadiamo, non è ancora finalizzato e Twitch non ha voluto rilasciare alcun commento a Bloomberg e altri media outlet.

Se così fosse, però, possiamo prepararci a una potenziale rottura tra molti content creator e la piattaforma viola: il cambiamento chiave della suddivisione delle entrate potrebbe vedere un’opposizione netta anche di alcuni maggiori streamer, ergo un possibile calo degli spettatori e delle entrate stesse di Twitch. Insomma, i rischi sono molti e in casa Amazon dovranno valutare attentamente la strategia da applicare in futuro.

Intanto Twitch si sta preparando a chiudere l'applicazione desktop il 30 aprile 2022.

FONTE: Bloomberg
Quanto è interessante?
1