Twitter sospende l'account dell'ambasciata cinese negli USA per un post sugli uiguri

Twitter sospende l'account dell'ambasciata cinese negli USA per un post sugli uiguri
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La crociata contro Donald Trump da parte di Twitter non sembrerebbe essere l’unico intervento di questo periodo da parte del social network di Jack Dorsey: nelle ultime ore i gestori della piattaforma avrebbero infatti sospeso l’account dell’ambasciata cinese negli Stati Uniti in seguito a un post riguardante gli uiguri.

Per chi non sapesse chi sono gli uiguri, si tratta di un’etnia turcofona di religione islamica che vive nel nord-ovest della Cina, presa però di mira dal governo del Dragone da diverso tempo. Il post in questione pubblicato dall’account Chinese Embassy in US in data 7 gennaio si riferiva alle donne uiguri come “macchine per fare i bambini”, una dichiarazione che ha violato la politica della piattaforma riguardante la disumanizzazione.

Twitter ha confermato il blocco dell’account a Bloomberg e Reuters: “Abbiamo preso provvedimenti su questo Tweet per aver violato la nostra politica contro la disumanizzazione.” Ora l’account dovrebbe restare bloccato fino a quando i gestori non elimineranno manualmente il tweet in questione.

Questo provvedimento sicuramente inasprirà le tensioni tra Cina e Stati Uniti, in quanto anche l'ex segretario di Stato americano Mike Pompeo ha affermato che il trattamento riservato dalla Cina agli uiguri equivale a un "genocidio", e in generale le critiche alla Cina per il modo in cui tratta la minoranza uigura sono particolarmente accese.

Ma i provvedimenti di Twitter non si fermano qui: nel corso delle ultime settimane la piattaforma ha rimosso ufficialmente oltre 70.000 account di utenti parte del movimento cospirazionista QAnon, e ha anche sospeso temporaneamente l’account ufficiale del quotidiano italiano Libero per motivi non ancora chiari.

FONTE: Reuters
Quanto è interessante?
3