Uber: a Toronto resterà attivo, il giudice non accetta la denuncia presentata dal consiglio comunale

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nonostante i numerosi problemi che sta riscontrando in Europa, dov'è stato bannato in Francia ed Italia a causa delle numerose proteste scatenate dalla presunta concorrenza sleale generata da UberPop, la società americana ha ottenuto in Canada un'importante vittoria.

Un giudice di Toronto, infatti, ha respinto la denuncia presentata dalla città di bloccare Uber ed i servizi ad esso simili ed ha decretato che resterà attivo ed utilizzabile da parte degli utenti nella città più importante del Canada. Il giudice, infatti, ha etichettato Uber come un servizio necessario per i clienti. Le leggi locali, infatti, prevedono che i conducenti accettino la comunicazione da parte di un passeggero in cerca di un passaggio, mentre tramite Uber si invia una richiesta che automaticamente viene inviata agli autisti presenti nelle vicinanze. Si tratta di un tecnicismo, ma basta per far si che Uber resti disponibile a Toronto ed è stato fondamentale.
Il consiglio comunale, se vuole davvero bloccare Uber, dovrà modificare lo statuto, ma non si tratta di una cosa che può essere fatta nel breve tempo in quanto l'iter è abbastanza lungo.
Uber nell'ultimo periodo è stato al centro di molte polemiche: a Città del Messico è restato attivo solo se i driver stessi ed i veicoli vengono registrati e contribuiscono ad un fondo per le infrastrutture ed i trasporti. In Italia al momento invece è stato vietato l'utilizzo di UberPop

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0