Uber: petizione per "salvarlo" a Londra, già 633.000 firme

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nel corso del fine settimana vi abbiamo riportato la notizia dell’ennesimo stop registrato da Uber, dopo che l’autorità che gestisce i trasporti a Londra, Transport for London (TfL), ha revocato al servizio americano la licenza per operare nella capitale del Regno Unito.

La decisione, evidentemente, non è stata accolta favorevolmente dai londinesi, che dopo la notizia hanno immediatamente aperto una petizione online per far cambiare idea all’agenzia governativa. Nel giro di poche ore il tutto ha toccato quota 210.000 firme, e nella giornata di ieri, secondo quanto riportato da alcuni siti, i sostenitori erano arrivati a 633.853.

Nella petizione si legge che “questa decisione potrebbe far perdere il lavoro a 40.000 piloti, e priverà milioni di londinesi di una forma di trasporto economica e conveniente. Si tratta di una decisione che influenzerà milioni di persone”.

Tom Elvidge, general manager di Uber a Londra, ha affermato che “Transport for London ed il sindaco hanno ceduto alle richieste di un piccolo numero di persone che vogliono limitare le scelte di consumatori”.

Dello stesso avvisato anche James Farrar, presidente di uno dei sindacati più importanti del Regno Unito, che ha definito la decisione “devastante” per 30.000 londinesi che perderanno un lavoro e si troveranno sommersi dai debiti per sostenere il veicolo acquistato proprio per lavorare per Uber.

FONTE: DailyTech
Quanto è interessante?
2