Ucraina, venduto da Kiev NFT a 100.000 Dollari: i proventi investiti in spese belliche

Ucraina, venduto da Kiev NFT a 100.000 Dollari: i proventi investiti in spese belliche
INFORMAZIONI SCHEDA
di

A inizio marzo, l'Ucraina ha ricevuto una enorme donazione di diversi NFT da parte degli utenti della community. Tra le opere donate vi era anche il CryptoPunk #5364, che oggi è stato rivenduto da Kiev per ben 100.000 Dollari, al fine di finanziare lo sforzo bellico contro la Russia.

La notizia arriva da Alex Bornyakov, che l'ha riportata su Twitter spiegando che "CryptoPunk #5364 è stato venduto per 90 ETH. Si tratta di più di 100.000 Dollari. Alcuni mesi fa questo NFT era stato donato ad Aid For Ukraine [la campagna di raccolta fondi di Kiev per sostenere i costi dell'invasione russa del Paese; ndr]. La comunità crypto continua a supportare il nostro Paese".

Sfortunatamente, il prezzo di vendita dell'NFT è in realtà molto più basso di quello originale al momento del suo trasferimento nel wallet del Governo ucraino: a marzo, infatti, il token valeva circa 260.000 Dollari, ma negli ultimi mesi il suo prezzo si è ridotto a causa del generalizzato calo del mercato delle criptovalute iniziato ad aprile.

Nonostante ciò, in totale l'Ucraina ha raccolto 135 milioni di Dollari in criptovalute e NFT dall'inizio della guerra contro la Russia. Ben 6,75 milioni di Dollari provengono invece dalla vendita dell'NFT della bandiera ucraina, risalente anch'essa allo scorso marzo.

Al momento, comunque, non è chiaro chi sia l'anonimo compratore del CryptoPunk venduto da Kiev, né se il suo acquisto sia stato mosso da ragioni umanitarie o dal semplice andamento del mercato. Negli ultimi giorni, infatti, il valore dei CryptoPunks è aumentato di colpo, quando Yuga Labs, che da qualche mese detiene i diritti sulla collezione NFT, ha annunciato di aver assunto un nuovo Direttore del Brand per la collezione.

FONTE: CoinDesk
Quanto è interessante?
1
Ucraina, venduto da Kiev NFT a 100.000 Dollari: i proventi investiti in spese belliche